Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariCronacaLavoro › Romangia Servizi, Ugl: «Nessuna buona notizia, protesta continua»
S.I. 21 gennaio 2015
«Purtroppo per i lavoratori della Romangia Servizi non ci sono buone notizie». Lo rendono noto il dirigente provinciale dell’Ugl Sassari, Simone Testoni, e Antonio Sechi, rsa Ugl, al termine dell’incontro con l’assessore al Lavoro della Regione Sardegna
Romangia Servizi, Ugl: «Nessuna buona notizia, protesta continua»


SASSARI - «Purtroppo per i lavoratori della Romangia Servizi non ci sono buone notizie». Lo rendono noto il dirigente provinciale dell’Ugl Sassari, Simone Testoni, e Antonio Sechi, rsa Ugl, al termine dell’incontro con l’assessore al Lavoro della Regione Sardegna, aggiungendo che «il Comune continua a ribadire che mancano le risorse per garantire i livelli occupazionali e le commesse alla società, a causa dei tagli da parte del Governo nazionale, e la nostra richiesta di ricollocazione dei dipendenti presso altri enti del territorio, purtroppo, non è stata accettata. Secondo l’assessore, infatti, l’azienda ha già usufruito in passato di risorse per la stabilizzazione dei lavoratori che ora, risultando ex lsu, non possono essere reimpiegati».

«Noi continueremo a combattere – conclude - e già per la giornata di domani abbiamo indetto una’assemblea sindacale per decidere quali azioni di lotta portare avanti: ci impegneremo il più possibile, come abbiamo fatto fino ad ora, per garantire un futuro ai lavoratori e alle loro famiglie».
Commenti
21:38
Buone pratiche, ulteriori margini d’intervento, criticità. Si è analizzato ciascuno di questi aspetti nell´incontro che si è tenuto venerdì al Lazzaretto di Cagliari
25/6/2016
Il gruppo di lavoro isolano è stato premiato nel Contest nazionale a Palermo, nel corso del 61esimo Congresso Nazionale degli ingegneri
24/6/2016
Secondo i dati pubblicati dalla Svimez, il media rating nell´Isola è a 1,88 contro il 4,07 in Lombardia
24/6/2016
Da tempo esistono proposte depositate, razionali e ragionevoli, per ridurre al minimo l´impatto dei licenziamenti che - tra esodo volontario, contratti di solidarietà e part-time - potrebbero essere ridotti a poche unità
© 2000-2016 Mediatica sas