Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariSportBasket › Dinamo, Sacchetti: «Aspetto risposte da Venezia»
A.B. 3 gennaio 2015
Prima della partenza per Venezia, coach Meo Sacchetti fa il punto della situazione e presenta il match di domani sera del Banco di Sardegna Dinamo Sassari contro la capolista Umana Reyer
Dinamo, Sacchetti: «Aspetto risposte da Venezia»


SASSARI – Sabato pomeriggio, in attesa di prendere il volo per la laguna dall’aeroporto di Olbia-Costa Smeralda, il coach del Banco di Sardegna Dinamo Sassari Meo Sacchetti ha presentato la sfida alla capolista Umana Reyer Venezia Mestre, in programma domani sera, alle ore 20.30, in diretta su “RaiSport1”.

Venezia capolista inaspettata?
«Ci aspettavamo Venezia nelle prime posizioni. Sapevamo che è una squadra di livello con giocatori di esperienza abituati a vincere e un grande allenatore che ha conquistato tre scudetti con tre squadre differenti».

La Dinamo in quali condizioni arriva alla sfida?
«E’ per noi un periodo segnato dagli infortuni, stiamo cercando di recuperare poco alla volta qualche giocatore ma andiamo avanti con quello che abbiamo. Già nelle ultime partite abbiamo avuto buone risposte, domani ci confronteremo con un roster di alto livello, vedremo quali risposte arriveranno dal campo».

Il doppio impegno campionato-coppa è stato uno svantaggio per il Banco vista anche la posizione di Venezia?
«Sapevamo dall’inizio che l’Eurolega ci avrebbe portato via energie, ma cerchiamo di prendere il buono che ci ha dato questa competizione per poter migliorare ulteriormente. La stessa Novgorod, affrontata nella regular season, ieri contro Milano ha dimostrato di essere una squadra molto tosta e con un gruppo solido nonostante la mancanza di grandi nomi nel roster».

Qualcuno da temere in particolare tra gli uomini di coach Charlie Recalcati?
«E’ una squadra che, come ho sottolineato prima, ha giocatori di esperienza. Sicuramente Phil Goss è uno tra i più pericolosi per la sua capacità di creare situazioni di gioco facili per i compagni».

Nella foto: coach Meo Sacchetti
Commenti
© 2000-2016 Mediatica sas