Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariCulturaSocietà › Sassari: Vietato Non Toccare al Museo Sanna
S.I. 1 dicembre 2014
Toccare gli oggetti, scoprirli con le mani, sfidare i sensi attraverso un altro modo di conoscere la realtà. Mercoledì 3 Dicembre, in occasione della Giornata Internazionale dei diritti delle persone disabili, al Museo Nazionale G.A. Sanna sarà “Vietato Non toccare”
Sassari: Vietato Non Toccare al Museo Sanna


SASSARI - Toccare gli oggetti, scoprirli con le mani, sfidare i sensi attraverso un altro modo di conoscere la realtà. Mercoledì 3 Dicembre, in occasione della Giornata Internazionale dei diritti delle persone disabili, al Museo Nazionale G.A. Sanna sarà “Vietato Non toccare”. L’evento è rivolto a tutti coloro che abbiano voglia di mettersi in gioco, siano essi non vedenti o normodotati: i primi avranno l’occasione di dare una forma ai reperti che raccontano la storia dell’isola, i secondi potranno scoprire nell’assenza della luce un invito alle molteplici possibilità della percezione.

Questa scelta non vuole evitare il rifiuto della diversità, perché solo attraverso il suo riconoscimento si possono trovare gli stimoli e le vie necessarie per comprenderla e superarla. Dalle 16 alle 20 sarà attivo un percoso di tre stazioni: la Sardegna preistorica, quella nuragica e quella punico-romana si sveleranno attraverso reperti originali, calchi e copie, odori e profumi che ritornano dal passato in un’esperienza sinestetica coadiuvata dal racconto del personale museale e degli alunni del Liceo Scientifico G. Marconi di Sassari.

Alle 17.30 una breve conferenza racconterà ai presenti l’obiettivo del progetto: relatori saranno il Dottor Davide Pinna, già autore di una tesi di laurea su un progetto di fruizione per i non vedenti del lapidario del Museo Sanna, e la Dott. ssa Gabriella Gasperetti, Direttrice del Museo.
Oltre al lavoro del Dottor Pinna e degli assistenti museali è doveroso ricordare il prezioso contributo dei restauratori del centro di Li Punti e della Prof. ssa Barbara Wilkens, docente di Archeozoologia presso l’Università degli Studi di Sassari.

Nella foto il Museo Sanna
Commenti

25/8/2016
Il paese della Barbagia si prepara ad ospitare per la seconda volta un progetto di Servizio Volontario Europeo
© 2000-2016 Mediatica sas