Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariCronacaArresti › Arrestato geriatra: 150 euro a visita
Red 29 novembre 2014
Nelle indagini risultano coinvolti anche un medico, la segretaria del geriatra ed il responsabile legale della casa di cura convenzionata. I Nas avrebbero accertato visite private a pagamento dietro la promessa di controlli più appofonditi in reparto
Arrestato geriatra: 150 euro a visita


SASSARI - I carabinieri del Nas di Sassari, a conclusione di complessa indagine investigativa, coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Sassari, nella mattinata odierna (sabato) hanno posto agli arresti domiciliari un medico - direttore del reparto di geriatria di una casa di cura convenzionata con la Asl di Sassari - responsabile di truffa aggravata in danno del servizio sanitario nazionale, concussione, abuso d’ufficio, falso e frode in pubbliche forniture.
L’indagine, che ha avuto inizio nei primi mesi del 2013 protraendosi fino al mese di agosto di quest’anno, ha portato i Carabinieri ad accertare una serie di condotte illegali del sanitario.

In particolare i militari hanno verificato che il medico induceva i pazienti, molti dei quali malati di alzheimer, a farsi visitare presso il proprio studio privato dietro pagamento di una parcella (150 euro a visita) con la promessa di controlli più attenti ed approfonditi e con le agevolazioni derivanti dall’esecuzione degli esami ed accertamenti presso il reparto da lui diretto in modo del tutto autonomo e privato, in spregio delle regole proprie del sistema pubblico-convenzionato come le liste di attesa.

Il geriatra, inoltre, responsabile dell’Unità di Valutazione del reparto, deputata a redigere collegialmente, con l’intervento di medici di diverse specializzazioni, i piani terapeutici per i singoli malati di alzheimer, con la complicità di alcuni soggetti, falsificava i piani, redigendoli presso il proprio studio e senza il coinvolgimento degli altri medici specialisti. Anche per il rinnovo semestrale dei piani terapeutici i pazienti di fatto pagavano il medico per “il suo interessamento”. Il medico, secondo le indagini dei Carabinieri del NAS, sarebbe responsabile anche di interruzione di pubblico servizio perché in modo del tutto arbitrario ha chiuso il reparto ospedaliero durante il mese di agosto, senza darne comunicazione agli organi competenti, creando un grave disservizio.
Commenti
1/12/2016
Ieri pomeriggio, gli agenti della Squadra Mobile di Sassari ha arrestato un 34enne, che ha partecipa alla discesa dei Candelieri mentre si trovava agli arresti domiciliari
2/12/2016
I Carabinieri hanno arrestato un 47enne, ritenuto colpevole di aver compiuto una rapina al SuperPan. Il bottino, recuperato, era di circa 1600euro
2/12/2016
Ieri pomeriggio, i Carabinieri ha arrestato un 36enne selargino che, tra l´appartamento e l´autovettura, nascondeva 6chilogrammi di sostanze stupefacenti tra cocaina, hashish e marijuana
© 2000-2016 Mediatica sas