Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariCronacaAmbiente › Sassari: raccolta differenziata con ecovolontari e studenti Esn
S.I. 22 novembre 2014
Nei giorni scorsi in Piazza Fiume una manifestazione che ha coinvolto i cittadini sui temi del riciclo e del riuso dei rifiuti
Sassari: raccolta differenziata con ecovolontari e studenti Esn


SASSARI – I temi del riciclo e del riuso dei rifiuti sono stati gli argomenti portanti che hanno caratterizzato l'incontro tra gli ecovolontari del Comune di Sassari e gli studenti universitari dell'associazione Esn (Erasmus Students Network). Nei giorni scorsi piazza Fiume è stata trasformata in un campo di gara nel quale sono stati proposti vari giochi sul tema della raccolta differenziata, con il supporto di un ecobanchetto per poter dare tutte le informazioni sul servizio attivo in città.

L'affluenza delle persone è stata notevole e molti passanti, grazie anche alla simpatia degli studenti italiani e stranieri dell'Esn, sono stati coinvolti in giochi come l'“Ecobowling”, il “Rubamondezza”, la “Corsa raccoglimondezza” e altri ancora, mentre gli ecovolontari hanno svolto la loro consueta azione di sensibilizzazione. L'evento era inserito nelle attività della SocialErasmus Week, manifestazione a livello europeo che si è svolta nei giorni scorsi, durante la quale gli studenti Esn organizzano ogni anno azioni a carattere sociale, educative e di solidarietà.

Sull'onda dell'entusiasmo per il successo delle attività proposte a Sassari e la volontà di impegnarsi ancora a favore dell'ambiente e del decoro urbano, gli ecovolontari e l'Esn stanno già pensando a nuove azioni da realizzare insieme in occasione del Natale.

Nella foto gli ecovolontari
Commenti
20:37
Giornate di festa o feriali non fa differenza, i bustoni neri dei rifiuti depositati vicino alle isole ecologiche di piazza Marinaru, piazza Tola, via Roma e dietro la stazione marittima rischiano di accumularsi giorno dopo giorno fino a diventare delle vere e proprie montagne di spazzature
© 2000-2017 Mediatica sas