Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariPoliticaAmministrazione › Scala Erre verso la rottamazione. «Rifiuti, urge pensare al dopo»
S.I. 11 novembre 2014
Si è riunita la Commissione Ambiente dove è stato ascoltato l´assessore Gianni Carbini. Il delegato della Giunta Sanna oggi in commissione Ambiente per parlare della discarica sulla vecchia provinciale numero 34.
Scala Erre verso la rottamazione
«Rifiuti, urge pensare al dopo»


SASSARI – «La discarica di Scala Erre potrebbe arrivare a concludere il suo ciclo di vita tra 5 anni o, al massimo 7. C'è, infatti, ancora lo spazio fisico per realizzare un modulo con una capienza di 200 mila metri cubi, poi lo spazio sarà esaurito. Bisogna già da adesso ragionare sulle possibili soluzioni da adottare, con il coinvolgimento di esperti e della stessa cittadinanza». È quanto è stato detto questa mattina durante la seduta della sesta commissione consiliare Sicurezza, ambiente, ecologia, igiene, tutela e controllo del territorio presieduta dalla consigliera Valeria Fadda. Alla seduta ha partecipato l'assessore alle Politiche ambientali Gianni Carbini e la responsabile del Servizio Deborah Manca.
La discarica di Scala Erre – è stato detto durante la seduta – è attiva dal 1997 ed è composta da nove moduli, 8 dei quali hanno già esaurito la loro capienza. Il modulo numero 9, invece, secondo le stime fatte dagli esperti, potrebbe avere ancora un anno e mezzo di autonomia.

Alla discarica conferiscono ben nove comuni del territorio: Sassari, Alghero, Porto Torres, Stintino, Sorso, Sennori, Putifigari, Olmedo e Uri. «C'è la possibilità di realizzare un decimo e ultimo modulo – ha detto Deborah Manca – con la capienza di circa 200 mila metri cubi, per il quale esiste il progetto e per il quale, prima della realizzazione, sarà necessaria la valutazione di impatto ambientale. Il progetto è pronto, e il sito potrebbe entrare in esercizio nel 2016 con un investimento di circa 2 milioni di euro».

Al momento, alla discarica che sorge sulla vecchia strada provinciale 34 viene conferito soltanto l'indifferenziato, cioè circa il 60 per cento del totale della raccolta rifiuti che viene trattato in un impianto di preselezione attivo dal 2012. Intanto a Sassari è aumentata la percentuale di raccolta differenziata, passata dal 43 al 46 per cento in circa 3 mesi.

«E' importante – ha detto l'assessore Gianni Carbini – porsi di già il problema del dopo Scala Erre. La questione va affrontata interpellando le migliori professionalità in materia che potrebbero suggerire le soluzioni da adottare. Si potrà anche arrivare, tra le tante ipotesi, all'adozione di un termovalorizzatore, per giunta a Cagliari già lo usano da oltre vent'anni, ma queste soluzioni dovranno essere discusse in commissione e condivise con l'opinione pubblica».

«Non condivido – ha aggiunto l'assessore con un commento personale – la scelta del presidente della giunta regionale di andare contro il decreto sblocca Italia. Potrebbe avere sì delle criticità sui poteri dell'autonomia sarda ma, in linea di massima, sburocratizza le procedure, favorendo la soluzione dei problemi reali». La funzionaria ha quindi spiegato come funziona la discarica e ha ricordato che esiste un progetto per la realizzazione di un impianto di compostaggio che, superate le difficoltà del patto di stabilità, potrebbe andare in esercizio già dal 2015. La commissione, a fine seduta, ha messo in programma un sopralluogo alla discarica.

Nella foto la commissione Ambiente
Commenti
19:23
L´amministrazione condivisa, ancor più intorno ai beni comuni, quei beni che non sono né del pubblico né del privato bensì sono beni di tutti e che migliorano la vita di tutti. La proposta parte dalla consigliera comunale Paola Conticelli che ritiene possibile una serie di interventi di cura dei beni comuni urbani svolta congiuntamente dai cittadini e dall´amministrazione con carattere di continuità
29/9/2016
Il sindaco Nicola Sanna ha indetto le elezioni e fissato la data per la presentazione delle candidature. A Sassari risiedono oltre 4mila stranieri, la comunità senegalese è la più numerosa
28/9/2016
Il consigliere si difende dagli attacchi di alcuni colleghi candidati nella stessa lista di “Proposizione” che ritengono debba lasciare l’incarico «per non aver rispettato la fiducia dei propri elettori»
14:09
E’ in programma giovedì 6 ottobre alle 9.30 il primo Consiglio comunale dopo la lunga pausa estiva. La seduta si preannuncia ricca di argomenti rimasti in sospeso in seguito all’interruzione dell’assemblea civica dovuta al mancato funzionamento del servizio di videoregistrazione
29/9/2016
Mozione dei consiglieri dell´opposizione per conoscere gli esiti dell´incontro del Sindaco Wheeler con Pigliaru sul caso Autorità portuale
11:35
Il suo posto nella massima assise cittadina sarà preso dalla prima dei non eletti nella lista del Partito Democratico, Alessandra Claudia Melis
14:04
«La tragedia quotidiana degli ascensori per Castello (in questi giorni nuovamente tutti guasti) non può diventare una maledizione biblica alla quale i cagliaritani devono rassegnarsi in silenzio!», dichiarano i consiglieri comunali Pierpaolo Vargiu, Giorgio Angius ed Alessio Mereu interrogando il sindaco Massimo Zedda e la Giunta Comunale
29/9/2016
La massima assise cittadina è stata convocata per giovedì 6 ottobre, alle ore 18, in sessione ordinaria pubblica. Trentadue i punti all´Ordine del giorno
29/9/2016
«Ferma condanna, solidarietà per amministratori e cittadini», ha dichiarato il presidente della Regione Autonoma della Sardegna, dopo l´attentato incendiario compiuto ai danni del sindaco di Segariu
29/9/2016
Poco prima delle ore 2 di questa notte, la Renault Clio del primo cittadino Andrea Fenu è andata a fuoco in Via Grazia Deledda, a Guasila. La pista dolosa non è accertata, ma è una pista seguita dalle Forze dell´ordine
29/9/2016
Con diciassette voti a favore e quattro contrari, la massima assise cittadina ha preso atto della surroga della consigliera dimissionaria Giannella Urru con Mariano Musu della lista Insieme
29/9/2016
Così il presidente del Consiglio, Gianfranco Ganau sull´ennesimo atto intimidatorio nei confronti di un amministratore locale
© 2000-2016 Mediatica sas