Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariPoliticaPolitica › Pd: «Amministrazione al servizio dei cittadini»
S.I. 10 novembre 2014
Il segretario Pd di Castelsardo Antonello Busceddu chiede: «Un´Amministrazione al servizio dei cittadini e del territorio, che punti alla sostanza e sia partecipata e condivisa»
Pd: «Amministrazione al servizio dei cittadini»


CASTELSARDO - Un Partito Democratico unito e compatto, chiamato a trovare soluzioni funzionali al risolvere i tanti problemi che, nello specifico, attanagliano la cittadina di Castelsardo, e l'intero territorio. Proprio il centro sul Golfo dell'Asinara ha recentemente rinnovato il locale direttivo PD – segretario è stato eletto Antonello Busceddu – forte del 70% dei consensi ottenuti in città dal candidato alle primarie per la segreteria regionale Ignazio Angioni, senatore della Repubblica, risultato importante e in linea con quelli ottenuti nel resto dell'Anglona.

E proprio il Partito Democratico del segretario Busceddu si propone di vigilare, di essere propositivo, di fungere da stimolo e lavorare ad un miglioramento, costante e progressivo, chiedendo all'Amministrazione comunale di Castelsardo di mettere al centro della sua azione di Governo i bisogni della gente, prediligendo la sostanza al cospetto dell'immagine. Sostanza, intesa come priorità, necessarie e condivise, da fissare in vista del soddisfacimento dei bisogni della comunità.

«Amministrare interpretando i bisogni dei cittadini, trasformando le esigenze in concrete proposte che possano garantire servizi di qualità a costi accessibili e contenuti. Amministrare la cosa pubblica proiettandosi in una nuova ottica, visione e prospettiva in modo da rilanciare e valorizzare Castelsardo, il suo essere, le sue peculiarità e le sue attività. Per questo – spiega il segretario Antonello Busceddu -, in linea con gli intenti e le linee programmatiche prefissate, occorre un'Amministrazione che si faccia carico dei gravi problemi che attanagliano e assillano il territorio, facendosi parte attiva nella ricerca di soluzioni ad hoc nei vari settori strategici come urbanistica, turismo ed edilizia»

«C'è da salvaguardare e da valorizzare concretamente lo splendido centro storico castellanese, scrigno che preserva un florido “giacimento culturale”, operazione da attuare attraverso lo sviluppo e lo sfruttamento di competenze specifiche e vere professionalità – prosegue Busceddu -. Serve sostenere convintamente e collaborare fattivamente con le varie componenti dell'imprenditoria locale, in modo da dare risposte in un periodo purtroppo caratterizzato dalla pesante crisi e carico di incertezze. Imprescindibile poi il doveroso sostegno e supporto da offrire alle famiglie, con attenzione particolare rivolta alle fasce più deboli, ai disabili, agli anziani e ai giovani disoccupati e in cerca del primo lavoro».

«Amministrare, ancora, aprendosi all'attivo e generoso contributo delle varie componenti sociali, dell'associazionismo, del volontariato e in generale degli abitanti di Castelsardo che individualmente offerti o in forma associata vogliano collaborare con un'Amministrazione sempre più partecipata e condivisa – chiude il segretario del PD castellanese -. Un'Amministrazione che sia orientata alla condivisione, parola d'ordine del buon governo, più che alla condivisione: un traguardo da raggiungere, obiettivo cui tendere e su cui spendere idee, tempo ed energie».

Nella foto Castelsardo
Commenti
9:18
La sezione sassarese di CasaPound Italia interviene in merito «al totale degrado in cui versa Piazzale Segni, vetrina dei maggiori eventi sportivi e culturali cittadini»
25/6/2016
E´ stata costituita un´associazione, di cui fa parte integrante l´omonimo movimento identitario sardo non indipendentista e non italianista, che propone «un programma realizzabile»
14:04
E’ assurdo che ogni decisione venga calata dall’alto, da Roma, lasciando poi alle comunità, alle Forze dell’ordine, ai volontari il compito di arrangiarsi di fronte ad un fenomeno di proporzioni gigantesche
25/6/2016
Dal Regno Unito, un sogno, un progetto della mia generazione e prima di Spinelli (e ancora prima di Churchill), che ha dato all’Europa 70 anni di pace, spazzato in una notte da un voto popolare. I vecchi hanno deciso il futuro dei giovani. Ci sarà da ricostruire. E da riflettere
© 2000-2016 Mediatica sas