Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariCronacaAmministrazione › Da Ztl ad area blu, più sicurezza e accoglienza nel centro di Sassari
S.I. 10 novembre 2014
L´amministrazione comunale al lavoro sulla mobilità e, assieme ad altre istituzioni, punta a superare alcune criticità per garantire maggiore sicurezza
Da Ztl ad area blu, più sicurezza e accoglienza nel centro di Sassari


SASSARI – L'obiettivo è rendere la Ztl, o area blu, più attrattiva e, nel contempo, consentire una maggiore vivibilità da parte dei cittadini e delle cittadine, così da comportare anche un maggiore controllo e sicurezza. In questa direzione si sta muovendo l'amministrazione comunale di Sassari che, nei giorni scorsi, ha avviato una serie di incontri proprio con i soggetti interessati, residenti e commercianti dell'area del centro storico. Dagli incontri è emerso che si sta puntando, attraverso azioni progettuali, a una rivisitazione della mobilità per andare incontro alle problematiche evidenziate dai residenti. Si tratta di modifiche che l'amministrazione vuole condividere con i residenti e i commercianti e che mirano a rendere l'area anche più attrattiva.

Nell'ambito della sicurezza due sono le criticità che si vogliono superare, quella legata al fenomeno del vandalismo e quella relativa alla criminalità che riguarda fasce del centro storico basso. La prima – è stato detto durante la riunione con i residenti – affrontabile attraverso un vero e proprio “ripopolamento” del centro, quindi con una maggiore presenza di cittadini e cittadine. Per la seconda, invece, è previsto un lavoro in sinergia con altre istituzioni, così da creare un gruppo interforze coordinato dal prefetto, con la presenza più elevata rispetto a prima di carabinieri, polizia, guardia di finanza e polizia municipale.
Sono state attivate azioni coordinate, dalle ore 19 alla una di notte, per controllare quelli che sono i punti maggiormente a rischio nella area blu e segnalati dai cittadini.

Il primo obiettivo, allora, sono i controlli sui circoli, già avviati a ottobre, quindi quelli sulle case, sui contratti di locazione, il tutto proprio con l'intenzione di ripristinare lo stato di legalità e senso civico in un'area che ha sofferto, e soffre ancora, questa criticità. «Non vogliamo che queste azioni siano interpretate come repressive – precisa l'assessore alla Mobilità urbana Luca Taras – ma come una vera e propria occasione per ridare alla città quella attenzione che reclama e per trasmettere e incentivare la cultura del rispetto e del senso civico».

L'amministrazione comunale, inoltre, sta anche studiando la possibilità di adottare provvedimenti per la regolamentazione della diffusione sonora all'interno dei locali pubblici, per la vendita di bevande in vetro al loro esterno, oltre che al coinvolgimento degli stessi commercianti per il decoro urbano. Inoltre si sta progettando, in accordo con le attività commerciali, la possibilità di garantire una maggiore accessibilità dell'intera area blu anche ai cittadini più anziani, alle famiglie con passeggini e ai disabili.
Commenti
18:53
E’ in programma venerdì 20 ottobre la seduta del consiglio comunale che a partire dalle 9.30 affronterà la proposta “Solleciti al Consiglio della Regione Autonoma della Sardegna nel reimpiego dei lavoratori ex Ati Ifras" a firma del capogruppo 5 Stelle, Gavino Bigella
16/10/2017
Venerdì, il sindaco di Sassari ha coordinato il seminario “Il ruolo delle Città medie per la costruzione dell’Agenda urbana nazionale”. L’incontro si è svolto durante la 34esima Assemblea nazionale Anci
16/10/2017
Il coordinamento politico di Sardenya i Llibertat esce allo scoperto e risponde presente all´appello del Primo cittadino di Alghero e del capogruppo Dem in Consiglio comunale e si dice pronto ad aderire con convinzione al tavolo del Centrosinistra. Di seguito il documento integrale
16/10/2017 video
Impegno mantenuto dal sindaco di Alghero per ricreare un quadro amministrativo stabile, col coinvolgimento attivo del Partito democratico. Entro il 5 novembre la decisione definitiva. Poche le alternative in città e nessun progetto autorevole all´orizzonte tra le opposizioni di destra
16/10/2017
Alghero, negli ultimi quindici anni soprattutto, è sempre stata terra di laboratori politici. Con alcuni "casi" difficilmente eguagliabili: era il 2002 e l´allora neo-eletto sindaco rassegnò le dimissioni dopo tre mesi dal mandato. Tutte le tappe dal 2002 al 2017
© 2000-2017 Mediatica sas