Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariPoliticaPolitica › Centro Democratico: partito decapitato
S.I. 7 novembre 2014
Il direttito e il Coordinamento Provinciale del Centro Democratico, in totale una decina di rappresentanti, lasciano il partito di Roberto Cappelli e Roberto Desini
Centro Democratico: partito decapitato


SASSARI – Bufera nel Centro Democratico. Nino Marginesu, Francesca Dettori, Peppina Nurra, Mauro Oggiano, Giovanni Manca, Giuseppe Pettinaro, Antonio Lo Monaco, Alessando Sechi, Antonello Biasetti e Pier Giuseppe Idini, ovvero il Direttivo e Coordinamento Provinciale, lasciano il partito.

Dopo i buoni risultati ottenuti sin dalla costituzione dello stesso contribuendo con la percentuale di voti nelle competizioni elettorali più alta in Sardegna che ha consentito l’elezione di un deputato, Capelli, di un consigliere regionale, Desini, fanno sapere che «lascianon definitivamente il partito. Ricordano anche che la loro «presenza di tutti questi dirigenti nelle diverse liste e nelle rispettive competizioni elettorali, aveva fatto sì che si raggiungesse il quorum elettivo».

«In una riunione di direttivo provinciale dopo il periodo estivo si fece presente all'onorevole Capelli commissario regionale del Centro Democratico e al consigliere regionale Desini che nessuno dei componenti il direttivo volevano né incarichi né posti di sottogoverno nell’eventualità che il partito venisse impegnato a livello regionale , ma fossero partecipi delle scelte di coloro che avrebbero rappresentato il Cd cioè persone professionalmente ed eticamente idonee , e che non ci fossero ne parenti né familiari di alcuno dei dirigenti e rappresentanti istituzionali».

«Nel confronto non fu sollevata alcuna osservazione nè di Capelli né Desini. Dopo dieci giorni l’on. Capelli commissariava il Direttivo provinciale e il Coordinatore provinciale, da questo una presa d’atto da parte del Coordinatore Provinciale e di tutto il direttivo, successivamente in una affollata assemblea di tutti gli iscritti e simpatizzanti, la decisione di abbandonare il partito».

Nella foto Roberto Cappelli
Commenti
23/3/2017
Le frizioni tra i partiti e liste di maggioranza e tra le correnti del primo partito, il Pd, stanno mettendo a dura prova l´Esecutivo guidato da Nicola Sanna. Il primo banco di prova è la seduta del Consiglio comunale convocata per martedì 28 marzo
23/3/2017
Trapelano nuovi particolari nel controverso tesseramento Pd di Alghero e Sassari. Le uniche due tessere online rifiutate in tutta la provincia porterebbero il nome di Giusy Piccone (membro dell´assemblea nazionale) e Raimondo Cacciotto, entrambi algheresi
23/3/2017 video
Aldo Accardo, Pier Luigi Piras e Aldo Maria Morace tracciano uno spaccato della figura dell´intellettuale dal multiforme ingegno nell´80esimo anniversario dalla morte. Il sindaco Mario Bruno: un modello da ricordare
24/3/2017
Così il capogruppo Dem Pirisi sul caso-Alghero che scuote il partito dopo il nuovo rigetto di centinaia di iscritti, compresa quella del più votato della città, Raimondo Cacciotto (circa 1000 preferenze). Granitico anche il leader locale Enrico Daga: «Fiero di questo partito»
25/3/2017
Lunedì mattina, la sala stampa di Palazzo Ducale ospiterà la conferenza stampa per l´ufficializzazione dell´adesione del consigliere comunale di Sassari Giancarlo Carta a Fratelli d´Italia-Alleanza Nazionale
24/3/2017
Deledda è nuovamente il primo cittadino del paese barbaricino. All´inizio di marzo il giudice per le indagini preliminari ha revocato il divieto di dimora nei suoi confronti ed il prefetto Daniela Parisi ha adottato il decreto di accertamento del venir meno della causa di sospensione dalla carica elettiva
© 2000-2017 Mediatica sas