Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariCronacaLavoro › Aicop, Ugl: «Sit-in di protesta a Sassari»
Stefano Idili 3 novembre 2014
«Non ci resta che attendere e auspicare in un intervento efficace anche da parte della Regione. Da parte nostra – conclude il sindacalista – siamo propensi a trovare tutte le soluzioni idonee»
Aicop, Ugl: «Sit-in di protesta a Sassari»


SASSARI - «Siamo stati al fianco dei lavoratori oggi per protestare contro gli atteggiamenti unilaterali intrapresi dalla Aicop». Lo dichiara il dirigente provinciale dell’Ugl Sassari, Simone Testoni, dal sit-in di protesta organizzato presso la sede legale dell’azienda, spiegando che «essendo scaduta lo scorso 31 ottobre la cassa integrazione, è stato disposto dalla direzione il ritorno alla società ‘Aico’ dei lavoratori che per 6 anni sono stati legati alla Aicop».

«Una presa di posizione che non siamo disposti ad accettare e pertanto – continua –, non avendo ricevuto alcuna risposta dall’azienda in sede legale, una delegazione di lavoratori si è recata presso la Regione Sardegna dove è stato fissato un incontro con l’assessore regionale all’industria per lunedì prossimo».

«Non ci resta che attendere e auspicare in un intervento efficace anche da parte della Regione. Da parte nostra – conclude il sindacalista – siamo propensi a trovare tutte le soluzioni idonee che tutelino il futuro di questi lavoratori che vivono oramai nell’incertezza del loro futuro».

Nella foto la protesta di questa mattina
Commenti
8:42
Dal lunedì al venerdì gli uffici del Centro impiego verranno aperti al pubblico dalle 9 alle 12 e il martedì e il giovedì anche nel pomeriggio dalle 15.30 alle 17. A loro disposizione cinque operatori in grado di rispondere alle esigenze di tutte le categorie di lavoratori e soggetti in cerca di occupazione del territorio
17/10/2017
Rispondere al profluvio di comunicati imprecisi che arrivano dal centrodestra è un lavoro tanto noioso quanto inutile, ma quando tali comunicati finiscono per produrre informazioni errate e dannose per i cittadini non ci si può esimere dalla risposta
© 2000-2017 Mediatica sas