Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariCronacaSanità › Bilancio Asl di Sassari, tra luci e ombre: 5mlioni di perdite
S.I. 31 ottobre 2014
Si è riunita ieri la Conferenza provinciale sanitaria e sociosanitaria per esaminare il Bilancio 2013 dell’Asl di Sassari. La riunione, convocata a Palazzo della Provincia, ha visto la presenza di 12 amministratori comunali su 66. Il Direttore Generale Marcello Giannico ha illustrato i dati del documento contabile
Bilancio Asl di Sassari, tra luci e ombre: 5mlioni di perdite


SASSARI - Si è riunita ieri la Conferenza provinciale sanitaria e sociosanitaria per esaminare il Bilancio 2013 dell’Asl di Sassari. La riunione, convocata a Palazzo della Provincia, ha visto la presenza di 12 amministratori comunali su 66. Presenti i rappresentanti di Alghero, Banari, Bultei, Castelsardo, Nule, Ozieri, Porto Torres, Pozzomaggiore, Sennori, Siligo, Sorso e Thiesi

Il Direttore Generale Marcello Giannico ha colto l’occasione per illustrare ai sindaci i dati economico- finanziari e i motivi che hanno portato la Asl di Sassari a chiudere il documento contabile con una perdita di circa 5 milioni di euro. Un risultato che, come ha voluto precisare lo stesso Giannico, è stato influenzato significativamente da alcune partite contabili precedenti il 2011 riguardanti i rapporti con l’AOU di Sassari e ulteriori contenziosi non correttamente registrati negli anni precedenti.

Il Direttore Generale si è quindi soffermato sull’evoluzione del bilancio della Azienda sanitaria locale dal 1999 ad oggi al fine di dimostrare con dati alla mano il cambiamento significativo e i benefici che in termini gestionali la sua amministrazione ha generato negli ultimi tre anni: risanamento della situazione debitoria della ASL di Sassari, contenimento dei costi rispetto al passato e drastica riduzione dei tempi di pagamento dei fornitori.

Dati contabili e non solo. Nella lunga relazione di Giannico spazio è stato dato anche agli eccellenti risultati ottenuti da alcune strutture ospedaliere in termini di esiti clinici come quelli registrati dal Santissima Annunziata, tra i migliori ospedali italiani nella Cardiochirurgia valvolare e per la migliore performance in Ortopedia per quanto riguarda la frattura di femore.

Luci ma anche ombre nella relazione sulla gestione 2013. Il Direttore Generale ha colto l’occasione per sollecitare la politica del territorio ad una presa di posizione unanime per garantire nel prossimo futuro alla Asl di Sassari risorse regionali importanti per la messa in sicurezza delle strutture sanitarie. Criticità di cui Giannico si è dovuto far carico soprattutto in questi ultimi tempi con decisioni drastiche a Porto Torres, così come ad Ozieri e a Sassari.

Carenze del sistema sanitario sassarese che, nonostante i buoni risultati gestionali targati Giannico, hanno pesato non poco anche su quest’ultimo parere della Conferenza Provinciale Sanitaria e Socio sanitaria.
Al momento del voto, benché non vincolante, si sono espressi negativamente 6 rappresentanti, 2 i favorevoli, 2 gli astenuti, 2 gli assenti al momento della votazione.


Nella foto Marcello Giannico illustra il bilancio
Commenti
22/7/2016
L´isola è la prima ad aver recepito l’intesa della Conferenza delle Regioni sui percorsi diagnostici terapeutici assistenziali per persone con malattie infiammatorie croniche dell´intestino e malattie reumatiche infiammatorie ed autoimmuni
22/7/2016
Quanti, al 31 dicembre 2015, erano in possesso del riconoscimento di handicap grave, potranno inoltrare istanza per la predisposizione di un piano personalizzato di sostegno
22/7/2016
«Il mancato pagamento delle prestazioni dell’Aias da parte delle aziende sanitarie regionali sta creando sconcerto e sconforto in 1240 dipendenti qualificati che lavorano nelle 43 strutture regionali e che aspettano cinque mensilità di retribuzione», dichiara Marco Tedde, vicecapogruppo di Forza Italia in Consiglio Regionale
22/7/2016
Nel giro di qualche settimana la rete sarà costituita dai presidi di soccorso e in totale da 11 defibrillatori posizionati in punti strategici della città e delle frazioni
© 2000-2016 Mediatica sas