Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariCronacaArresti › Evade e chiede elemosina, fermata rom
S.I. 21 ottobre 2014
L’equipaggio della volante, mentre transitava nella Zona Industriale Predda Niedda, ha notato, presso i posteggi di un centro commerciale due giovani nomadi, una delle quali con una bambina piccola in braccio, mentre chiedevano l’elemosina ai passanti
Evade e chiede elemosina, fermata rom


SASSARI - Gli agenti della Sezione Volanti di Sassari hanno arrestato lunedì A. C., 32enne rom, per evasione. L’equipaggio della volante, mentre transitava nella zona industriale Predda Niedda, ha notato, presso i posteggi di un centro commerciale due giovani donne, una delle quali con una bambina piccola in braccio, mentre chiedevano l’elemosina ai passanti.

Alla vista degli agenti, entrambe hanno cercato di allontanarsi fra le autovetture e di darsi alla fuga. Prontamente bloccate, le due donne erano sprovviste di documenti e data la loro titubanza nel fornire le generalità, sono state accompagnate presso gli uffici della Questura per essere identificate. Dagli accertamenti è emerso che una di loro risultava essere sottoposta al regime degli arresti domiciliari con divieto di allontanarsi dal comune di Porto Torres, luogo del domicilio.

La donna, tratta in arresto per evasione, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria è stata accompagnata presso il campo nomadi della città turritana, in attesa del processo per direttissima che si svolgerà nella giornata di oggi. La 32enne è stata anche denunciata in stato di libertà, per impiego di minori nell’accattonaggio in concorso.
Commenti
16:04
Ieri notte, i Carabinieri della Stazione di Sorso hanno arrestato una 50enne residente nella cittadina della Romangia, per tentato omicidio aggravato
10:01
I Carabinieri del Reparto Territoriale di Olbia, dalle prime ore di questa mattina, hanno eseguito quattro ordinanze di custodia cautelare nei confronti di altrettanti individui, di cui due italiani e due originari della Repubblica Domenicana, i quali, in concorso tra loro, hanno organizzato un intenso traffico di stupefacenti tra la Spagna e la Gallura, sfruttando delle donne che venivano impiegate per effettuare il trasporto con l’utilizzo di ovuli introdotti nel loro corpo
© 2000-2016 Mediatica sas