Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariPoliticaPolitica › Puc di Sassari, a commissione e consiglio spetta ultimo atto
S.I. 20 ottobre 2014
Intervento dell´assessore all´Urbanistica del Comune di Sassari Alessio Marras, intervenuto oggi con il dirigente del Settore Gianni Agatau durante la prima seduta della commissione Urbanistica presieduta dal consigliere Marco Manca
Puc di Sassari, a commissione e consiglio spetta ultimo atto


SASSARI – «Siamo arrivati a un risultato soddisfacente, dopo un lavoro complesso, che non si è mai interrotto ed è durato diversi mesi. Un percorso che ci ha portato ad entrare in una fase più tecnica e meno politica». Lo ha detto l'assessore all'Urbanistica del Comune di Sassari Alessio Marras, intervenuto oggi con il dirigente del Settore Gianni Agatau durante la prima seduta della commissione Urbanistica presieduta dal consigliere Marco Manca. «Stiamo avviando l'iter che ha come obiettivo quello di arrivare alla pubblicazione del piano urbanistico comunale – ha aggiunto Alessio Marras – si tratta di una fase molto avanzata. L'assessore ha ripercorso quindi le vicende storiche che hanno portato alla adozione del Puc. «Iniziò a parlarsi di piano urbanistico prima con i sindaci Anna Sanna e Nanni Campus. Nel 2007 poi – ha proseguito – è iniziata la discussione del Puc adottato definitivamente nel 2009. La Regione, tuttavia, con 45 pagine di motivazioni lo respinse e lo considerò non coerente. Nel luglio 2011, con lo stesso atto, venne revocato il primo piano urbanistico e venne adottato provvisoriamente il secondo Puc.

«Nel 2012, dopo aver discusso 359 osservazioni, il Puc è stato adottato definitivamente e trasmesso alla Regione per il conclusivo parere di coerenza. A novembre dello scorso anno la Regione rispose che il Puc era coerente ma la sua coerenza era subordinata a una serie di osservazioni, 104 in totale». «Da gennaio – ha detto ancora – il dirigente del Settore ha avviato una interlocuzione con gli uffici regionali per esaminare, caso per caso le singole osservazione, e cercare di avere con loro una visione comune. Siamo quindi arrivati a questa fase, con un risultato positivo. Le risposte le analizzeremo con voi, una per una». «Adesso, occorre che su questo lavoro tecnico prima la commissione e poi il consiglio prendano atto del lavoro svolto dagli uffici. Anche perché, al punto a cui siamo arrivati – ha precisato Alessio Marras –, non è più possibile fare modifiche al piano adottato dal 2012. Siamo cioè ad una fase successiva, siamo quasi in dirittura d'arrivo».

Per la maggioranza politica del centrosinistra, guidata dal sindaco Nicola Sanna, si tratta di un obiettivo strategico che può essere raggiunto, come detto in campagna elettorale dal primo cittadino, entro i primi sei mesi dall'insediamento. «Una volta che daremo le risposta alla Regione potremo ottenere la coerenza definitiva e andare alla pubblicazione sul Buras. Stiamo cercando di fare un lavoro di grande trasparenza – ha detto ancora – e sentiamo la responsabilità di dare una risposta alla città. In questa ottica, martedì scorso abbiamo consegnato a tutti i consiglieri un Cd che contiene i rilievi, le norme di attuazione e altro materiale cartografico». Per quanto riguarda le 104 osservazioni, Alessio Marras in conclusione ha ricordato che alcune sono state raccolte per gruppi omogenei, per altre si tratta di rilievi meramente cartografici. L'assessore ha quindi invitato tutti a un lavoro assiduo che possa presto portare a conclusione l'intero procedimento.
Commenti
21:01
Il sindaco di Santa Maria Coghina è stato eletto all´unanimità presidente dell´Unione dei Comuni dell´Anglona e della Bassa Valle del Coghinas. «Lavoreremo nel solco della continuità pronti ad affronTare le nuove sfide», ha dichiarato
27/9/2016
Nicola Sanna presidente e Mario Bruno vice. Lunedì si è insediata l´assemblea della nuova realtà amministrativa
27/9/2016
Lo scrivono in una nota congiunta Psd´Az, Ncd e Patto Civico: «al cimitero pare non ci siano più loculi». E solo «ieri è arrivata in commissione con due anni di ritardo, la variante al PRG del cimitero»
28/9/2016
L´ex presidente della Regione Autonoma della Sardegna è stato condannato a due anni e sei mesi nel processo per il crac della Sept Italia, società specializzata nella produzione di vernici con sede a Cagliari fallita nel 2010. Nove anni di carcere ed interdizione perpetua dai pubblici uffici per il sindaco di Carloforte Marco Simeone
© 2000-2016 Mediatica sas