Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariCronacaCronaca › Omicidio Caniga, chiesti 16 anni. «Coltellata inferta per uccidere»
S.I. 14 ottobre 2014
Un fatto di cronaca nera che fece subito scalpore vista la giustificazione da parte di colei accusata di aver commesso l’omicidio: Tagliavo l’anguria, mio marito è inciampato ed è caduto sull’anguria. Lunedì l'udienza a Sassari. Chiesti 16 anni dal Pm
Omicidio Caniga, chiesti 16 anni
«Coltellata inferta per uccidere»


SASSARI – Un fatto di cronaca nera, avvenuto nella frazione di Caniga nel luglio del 2013, che fece subito scalpore vista la giustificazione da parte di colei accusata di aver commesso l’omicidio: «Tagliavo l’anguria, mio marito è inciampato ed è caduto sull’anguria». Scusa da parte di Maria Gavina Orrù che nonostante un primo momento di ovvia ilarità fu comunque portata avanti anche dalla difesa.

Ma il Pm Carlo Scalas alla tesi dell'incidente non ha creduto e durante l'udienza di ieri ha chiesto 16 anni di reclusione. Pena che già diminuita dalle attenuati generiche perchè comunque è stato provato che la donna ha subito soccorso Mario Loi, 54enne morto proprio dopo la ferita subita al torace.

Ed proprio la parte del corpo in cui l'uomo ha ricevuto il fendente che, secondo l'accusa, non può far trovare giustificazioni riguardo l'intenzione di assestare un colpo mortale. Ma per la difesa, come da testimonianza in aula anche di un anatomopatologo dell'ospedale San Francesco di Nuoro, «nel colpo non c'è l'energia di un colpo inferto per uccidere».

Il Pubblico Ministero, in un processo che parte già col rito abbreviato, altrimenti la pena sarebbe anche più elevata, non crede a tale ipotesi a supporto della tesi di una volontà omicida nella seduta di ieri ha riportato alcuni elementi psicologici alla base anche dei rapporti già difficili tra la coppia. Il Processo è stato aggiornato a data da destinarsi.
Commenti
15/6/2018
Ieri mattina, gli agenti della Squadra Mobile di Sassari hanno denunciato in stato di libertà la responsabile del furto in appartamento di alcuni gioielli in oro. L´autrice del reato è un´amica della vittima
19:55
Le fiamme, le cui cause non sono ancora state accertate, sono divampate intorno alle 4 e hanno interessato prima una Bmw intestata ad un commerciante, poi il fuoco si è propagato sulla Porsche Macan di Conti
16/6/2018
Giovedì, a Loiri Porto San Paolo, al termine di accertamenti scaturiti da denunce/querele sporte da tre signore che vivono in località Enas, i Carabinieri della locale Stazione hanno depositato alla Procura della Repubblica di Tempio Pausania un rapporto relativo alla denuncia in stato libertà di una 38enne collaboratrice domestica
16/6/2018
Questa mattina, i Carabinieri della Stazione di Tempio Pausania sono riusciti ad identificare due donne che l’8 giugno, dopo essersi impossessate di undici bottiglie di liquore ed averle nascoste in una borsa, sono uscite dal negozio senza pagare
12:00
L´uomo è risultato gravato dalla misura di sicurezza dell’allontanamento dal territorio italiano che l’Ufficio di Sorveglianza del Tribunale di Cagliari aveva emesso nel marzo del 2013
11:45
Il ragazzino dallo scorso 13 maggio aveva fatto perdere le sue tracce, dopo essere scappato dalla Casa di Accoglienza “La Casetta di Donata” di Siliqua. Rintracciato dai carabinieri ad Alghero, dove abita il padre
15/6/2018
Settimana impegnativa per i militari della locale Capitaneria di porto, che hanno proseguito i loro controlli. Individuata una società che noleggiava abusivamente natanti nell´Area marina protetta di Tavolara-Capo Coda Cavallo
© 2000-2018 Mediatica sas