Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariPoliticaAmbiente › Acquisti verdi per il Comune di Sassari
S.A. 13 ottobre 2014
Con una delibera della giunta si punta a una politica di rispetto per l´ambiente e risparmio energetico. Sarà costituito un gruppo di lavoro per sensibilizzare i settori dell´ente
Acquisti verdi per il Comune di Sassari


SASSARI - L'obiettivo è quello di favorire all'interno della struttura comunale, con le scelte di acquisto, la diffusione di tecnologie ambientali, una minore produzione di rifiuti, la riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas che alterano il clima. A sensibilizzare i settori dell'ente ci sarà un gruppo di lavoro che sarà individuato dalla direzione generale. Lo dice la delibera adottata nei giorni scorsi dalla giunta comunale guidata da Nicola Sanna che stabilisce, appunto, l'adozione di una politica di acquisti pubblici verdi (Green public procurement, Gpp).

L'atto adottato è in sintonia con quelle che sono anche le linee dell'Unione europea che, per il raggiungimento della strategia Europa 2020, punta sugli appalti pubblici per favorire la transizione verso un’economia efficiente sotto il profilo delle risorse e a basse emissioni di carbonio, ad esempio promuovendo un più ampio ricorso agli appalti pubblici verdi. Ecco perché, allora, nella delibera viene prevista la limitazione, sostituzione o eliminazione progressiva di prodotti tossici, pericolosi o comunque a significativo impatto ambientale. Impegna, inoltre, a inserire in via prioritaria i criteri ambientali minimi per gli acquisti di carta e attrezzature elettroniche (PC, stampanti, fotocopiatrici, computer portatili) e gradualmente anche per gli altri acquisti di beni, servizi e opere per i quali sono stati definiti o sono in via di definizione i criteri ambientali minimi nell’ambito del piano di azione nazionale per il Green public procurement.

Nel documento quindi si stabilisce di dare mandato alla direzione generale di provvedere all’istituzione di un gruppo di lavoro sul Green public procurement, di cui farà parte un referente individuato da ogni dirigente all’interno del proprio settore di competenza. Il gruppo avrà il compito di sensibilizzare tutti i settori dell’ente alla politica degli acquisti pubblici verdi, di partecipare all’elaborazione e al monitoraggio delle azioni di promozione e adozione degli acquisti verdi dell’ente e di elaborare una circolare per l’uso razionale della carta e la riduzione degli sprechi all’interno dell’ente. Sarà sempre la Direzione generale a provvedere alla definizione degli obiettivi di Gpp da inserire nei documenti di programmazione finanziaria dell'ente, in via prioritaria e immediata, per l’acquisto di carta e di attrezzature elettroniche, e a seguire per tutti gli altri beni, servizi e opere acquistati dall’ente e che rientrano nei settori merceologici individuati dal piano di azione nazionale per il Green public procurement.
Commenti
28/6/2016
il consigliere Davide Tellini interviene con un interrogazione sulla pulizia delle spiagge e loro fruizione durante il periodo estivo, in particolare per la spiaggia dello Scogliolungo
26/6/2016
Doppia sentenza del Tar Sardegna. Si sblocca l´iter per l´avvio del nuovo servizio d´igiene urbana. Non c'è il temuto annullamento della gara e così Alghero si prepara a cambiare volto e superare le pesantissime criticità ereditate
27/6/2016
Da domani, il capoluogo turritano ospiterà la decima edizione di Enerloc, l´appuntamento annuale sui temi del risparmio energetico
27/6/2016
Nonostante le evidenze del Tar Sardegna che contesta gravi inadempienze all´Ambiente 2.0 sarebbe pronto il ricorso al Consiglio di Stato. Si va verso la nuova assegnazione a Ciclat
27/6/2016
««I motivi sono esattamente quelli che avevamo denunciato a più riprese e che solo l´amministrazione pareva non se ne fosse resa conto.» Così il consigliere comuanle di Forza Italia Michele Pais in merito alla sentenza del Tar sull´appalto dell´igiene pubblica ad Alghero
27/6/2016
Un gruppo di volontari, armati di pale e bustoni, ha lavorato per ore, dando un esempio di cittadinanza attiva spontanea e gratuita in una delle zone più suggestive ma trascurate di Alghero
© 2000-2016 Mediatica sas