Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariPoliticaAmbiente › Chessa e Mameli nella Commissione EOn
Red 11 ottobre 2014
Nominati i rappresentati del Comune di Sassari. Sono Giannina Chessa e Gianpaolo Mameli che resteranno in carica per un anno
Chessa e Mameli nella Commissione EOn


SASSARI – Sono Giannina Chessa e Gianpaolo Mameli i due componenti nominati dal Comune di Sassari per far parte della Commissione tecnica di controllo ambientale per la centrale di Fiume Santo. La loro nomina arriva a conclusione dell'iter predisposto con il bando pubblico per l'acquisizione di manifestazioni di interesse per far parte della Commissione e che Palazzo Ducale aveva pubblicato il 7 agosto scorso.

I due componenti che rappresenteranno il Comune di Sassari sono stati scelti tra coloro che, entro il termine del 14 settembre, hanno inviato il loro curriculum vitae. Il bando prevedeva che i soggetti interessati dovessero essere in possesso di requisiti specifici oltre a una comprovata esperienza. I candidati, inoltre, dovevano possedere almeno uno dei requisiti speciali: avere ricoperto negli ultimi cinque anni, o ricoprire alla data dell'avviso, un ruolo negli organismi direttivi di livello comunale, provinciale o nazionale delle associazioni ambientaliste riconosciute; quindi avere acquisito esperienza pluriennale nei settori della produzione industriale, energetica e della consulenza aziendale.

«La ricostituzione della commissione – afferma il sindaco Nicola Sanna – è fondamentale anche per un controllo sociale della situazione: in questo modo si ha un avamposto di cittadini con persone qualificate che svolgono un controllo di vigilanza e collaborazione, per migliorare e favorire buone pratiche. «L'obiettivo è quello di garantire la qualità ambientale con una attenta azione di controllo e la sua attività deve servire a spronare l'azienda a introdurre sistemi di compatibilità ambientale superiori al minimo previsto dalla legge», conclude il primo cittadino di Sassari.

L'incarico di rappresentanza dei due componenti avrà durata annuale. Nella convenzione del 21 febbraio 2003, siglata tra Comune di Sassari, Comune di Porto Torres e società Endesa Italia (attuale E.On), viene prevista (articolo 8) l'istituzione di una Commissione tecnica di controllo per la centrale di Fiume Santo, costituita da due rappresentanti nominati dal Comune di Sassari, due nominati dal Comune di Porto Torres, due nominati da Endesa Italia (attuale E.On) e un rappresentante dell'amministrazione provinciale. Tra i compiti dei quali si occuperà la commissione sono previsti quelli di verifica dei dati sulle emissioni e l'indicazioni di soluzioni operative per l'eliminazione di eventuali disfunzioni o miglioramenti tecnici, anche non obbligatori per legge, ma utili per la maggiore compatibilità ambientale dell'impianto che utilizza carbone fossile e olio combustibile.
Commenti
21/4/2018
I carabinieri della compagnia di Porto Torres guidati dal capitano Romolo Mastrolia in collaborazione con i militari dei Noe - Nucleo operativo ecologico - hanno denunciato un portotorrese e due cittadini rom per abbandono di rifiuti pericolosi all’interno del campo nomadi
18:09
Atto storico del Comune di Alghero che tenta di chiudere una vergogna aperta pluridecennale, con insediamenti abusivi sulla costa di Porto Conte. Nonostante la prescrizione nel processo, rimane la lottizzazione senza autorizzazione e il dirigente pubblica l´atto con cui vengono annesse al patrimonio pubblico le 133 piazzole
19:14
«Il Wwf, vista l’ordinanza d’ingiunzione pubblicata nell’albo Pretorio del Comune di Alghero, plaude all’azione intrapresa dal dirigente del settore Demanio del Comune di Alghero Guido Calzia che mira ad acquisire al patrimonio comunale l’area di Sant’Imbenia nel Comune di Alghero», dichiara il delegato Wwf per la Sardegna Carmelo Spada
20/4/2018
A Parigi il percorso individuato è il riconoscimento del corallo come patrimonio dell’umanità. Dopo Alghero, anche la cittadina in provincia di Napoli ha proposto la candidatura della lavorazione artigianale del corallo e del cammeo di Torre del Greco a patrimonio immateriale dell´Umanità Unesco”
© 2000-2018 Mediatica sas