Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariAmbienteAnimali › Platamona: nuova schiusa di tartarughe marine
A.B. 3 ottobre 2014
«Il fenomeno è ancor più interessante, perché l’area della schiusa ricade nella parte settentrionale dell’Isola dove generalmente non si osservano deposizioni di uova di tartarughe», dichiara l’assessore regionale dell’Ambiente Donatella Spano
Platamona: nuova schiusa di tartarughe marine


SASSARI - Nuova schiusa di tartarughe marine Caretta caretta nel lido di Platamona. Ne dà notizia il Servizio tutela della natura dell’Assessorato Regionale della Difesa dell’Ambiente. «Il fenomeno è ancor più interessante - dichiara l’assessore regionale dell’Ambiente Donatella Spano - perché l’area della schiusa ricade nella parte settentrionale dell’Isola dove generalmente non si osservano deposizioni di uova di tartarughe».

«L’assessorato - prosegue Spano - dedicherà massima attenzione a questo evento, mettendolo in stretta relazione con le caratteristiche ambientali della zona dove si è verificato». In seguito alla segnalazione di un piccolo di tartaruga sull’arenile, il Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale ha provveduto alla messa in sicurezza dell’area e sta verificando l’entità dell’evento, che, dalle informazioni raccolte oggi sul posto, risulta preceduto dall’emersione di un gruppo di sei piccoli.

Il Servizio Tutela della natura dell’Assessorato, che coordina la Rete per la conservazione della fauna selvatica marina, partecipa alle attività. Per agevolare le operazioni necessarie la struttura della Regione ha già reso disponibili a tutte le autorità competenti, il protocollo tecnico operativo, i provvedimenti prescrittivi e la documentazione redatta in occasione della precedente schiusa di Caretta caretta a Cala Sintzias.
Commenti
13:21
Ecco la foto scattata venerdì in Riviera del Corallo da Gabriella La Manna di MareTerra-ERC. Taz, Tazson e il cucciolo di pochi giorni nuotano indisturbati. Numerose informazioni grazie alla tecnica della foto-identificazione
13:19 video
L´animale era risultato affetto da ipotermia e da uno stato di costipazione intestinale dovuta all´ingestione di materiale plastico. Le immagini della liberazione avvenuta a Porto Conte, alla presenza dell´assessorato alle Politiche Ambientali del Comune di Alghero, l´Area Marina Protetta, il Parco e le forze di polizia
© 2000-2017 Mediatica sas