Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariSaluteSanità › Sassari: l’Asl forma i suoi operatori sanitari
A.B. 16 settembre 2014
Gestire al meglio l’impatto di una cattiva notizia, questo uno dei principali punti toccati dalla serie di incontri formativi rivolti a medici, psicologi e infermieri, organizzati dal Servizio di Psicologia Ospedaliera e delle Emergenze
Sassari: l’Asl forma i suoi operatori sanitari


SASSARI - La comunicazione del decesso ad un familiare è senza dubbio uno dei compiti emotivamente più difficili per un operatore sanitario. Uno scenario di criticità richiede sia conoscenze tecniche da parte del medico, sia la padronanza di modalità comunicative adeguate in base ai diversi tipi di pazienti e alle diverse situazioni di emergenza.

Per questo motivo, il Servizio di Psicologia Ospedaliera e delle Emergenze, in collaborazione con il Servizio Formazione della Asl di Sassari, in questi giorni ha avviato una serie di incontri formativi rivolti a medici, psicologi de infermieri che prestano servizio nelle unità operative di Pronto Soccorso, 118, Medicina d’urgenza e dei reparti di degenza dei Presidi Ospedalieri di Sassari, Alghero ed Ozieri. Il corso dal titolo “La gestione emotiva e psicologica nella comunicazione di cattive notizie”, che si svolge nella sede del Villaggio San Camillo, ha l’obiettivo di fornire le competenze necessarie per gestire al meglio l’impatto che una notizia di morte o ferimento di una persona cara possono avere sulle reazioni dei familiari e sul loro successivo adattamento.

«Gestire al meglio la notizia di un evento drammatico e irreversibile, specie dinanzi alla tragicità improvvisa, è da considerarsi una reale forma di prevenzione secondaria nei confronti delle reazioni di lutto dei familiari», spiega il direttore del Servizio di Psicologia Ospedaliera e delle Emergenze Fabrizio Demaria. «Se la comunicazione è effettuata con poca sensibilità i familiari tenderanno a ricordare tale momento con ancora più rabbia e dolore, sia nei confronti degli operatori coinvolti sia nei confronti dell’amministrazione aziendale. Non solo - conclude Demaria - ma il tipo di relazione può giocare un ruolo importante tanto nella cura del malato quanto nel decorso del trattamento».

Nella foto: un momento dell’incontro
Commenti
20:52
«Quale premialità ai dipendenti? La situazione è paradossale: sono i dipendenti ad essere in debito con l´azienda! Neanche nei paesi del centro Africa sarebbero capaci di fare peggio», dichiarano i segretari di Fsi, Nursind e Fials
21:00 video
Nel pomeriggio, il personale medico di Alghero è intervenuto prima per soccorrere una ragazza punta da un´ape e poi per un uomo che, per motivi non ancora chiariti, ha lamentato problemi alle gambe
24/8/2016
Vista la carenza di sangue che si accentua notevolmente nei mesi estivi, l´Avis Comunale ha programmato per sabato 27 agosto, la nona giornata di raccolta sangue estiva per l´anno 2016
© 2000-2016 Mediatica sas