Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariCronacaCronaca › Sassari: ennesima truffa delle patenti smascherata
A.B. 5 settembre 2014
I due cittadini del Bangladesh si facevano dare le risposte esatte del test da un complice che comunicava con loro via bluetooth
Sassari: ennesima truffa delle patenti smascherata


SASSARI - Gli agenti della Squadra Mobile hanno smascherato l’ennesima truffa delle patenti. Al termine di lunghe e meticolose indagini eseguite con la continua partecipazione della Direzione dell’Ufficio Provinciale della Motorizzazione Civile di Sassari, la Polizia ha fermato due cittadini del Banghadesh, rispettivamente di 32 e 29 anni. Il trucco era semplice quanto efficace. Per superare agevolmente l’esame di teoria della patente B, i due indagati si erano recati negli Uffici della Motorizzazione Civile di Sassari ed avevano chiesto di poter usare delle cuffie per la traduzione simultanea, concesse a chi non conosce bene la lingua italiana scritta, vi avevano infilato un piccolissimo auricolare audio/microfono collegato con il sistema bluetooth ad un telefonino cellulare che a sua volta comunicava all’esterno della sala esami con un’altra utenza cellulare. Con questo sistema, i complici, nascosti fuori dai locali della Motorizzazione Civile, ancora in corso di identificazione, potevano ascoltare il testo delle domande dei quiz e fornire la risposta esatta. La prova, composta da quaranta domande, si intendeva superata con una soglia di tolleranza di quattro errori.

Il tentativo di truffa è stato scoperto e sventato nel primo pomeriggio di giovedì, durante l’esecuzione della sessione di esame. I funzionari della Motorizzazione Civile ed i poliziotti che monitoravano da tempo alcune sessioni sospette, si erano accorti di un lieve lampeggio blu che traspariva dalla maglietta di uno degli indagati, tipico del segnale di un trasmettitore bluetooth. Sottoposti ad immediata perquisizione dalla Polizia, sono stati sorpresi con indosso l’apparecchiatura perfettamente in funzione. Mentre il trasmettitore era nascosto sotto gli indumenti, attaccato alla pelle con del nastro, il piccolo auricolare, applicato all’interno del padiglione auricolare, era ben occultato alla vista da una ciocca di capelli finta, sistema che rendeva quasi impossibile la scoperta dell’ingegnoso sistema fraudolento.

La prova di esame è stata immediatamente interrotta, mentre i restanti ignari candidati, poco più tardi, hanno potuto completare la sessione. A carico dei due cittadini extracomunitari, si procede per il delitto di tentata truffa aggravata ai danni dello Stato, in concorso con ignoti. Sono ancora in corso verifiche per l’identificazione dei complici.
Commenti
29/8/2016
Gli agenti sono intervenuti nel centro storico cittadino a seguito di una segnalazione circa la presenza di un individuo armato di motosega che minacciava dei vicini. Denunciato 22enne
17:13
Sarà messa in vendita il prossimo 11 novembre nel Tribunale di Sassari. Base d´asta poco meno di tre milioni di euro. La villa appartiene alla Prato Verde srl di Alghero che l´ha rilevata nel 2010
29/8/2016 video
Questa mattina, due malviventi mascherati hanno assaltato un portavalori all'incrocio tra via via Cravellet e via Marconi. Il bottino dovrebbe superare i 100mila euro
13:45
Si cercano i due uomini dal forte accento sardo che hanno fermato la guardia giurata con i soldi, la moto di grossa cilindrata utilizzata e i soldi
11:17
L´episodio risale al 17 agosto scorso. Il ferito, con fratture multiple, è stato sottoposto a intervento chirurgico. L´aggressore, anche lui in vacanza, è stato bloccato nel porto di Olbia prima dell´imbarco
11:23
Prefettura, Capitaneria di porto, Questura, Protezione civile, Croce rossa stanno predisponendo l´area con le tende per le visite mediche e le operazioni di identificazione
27/8/2016
Il tragico incidente si è registrato attorno alle ore 16.30, nelle acque del Comune di Budoni. I tentativi di rianimazione non hanno avuto l'esito sperato
29/8/2016
E´ l´ora dei fatti. Se non si può prevedere, s´inizi a prevenire. Partendo dalle scuole, uffici pubblici, chiese (alla faccia del messaggio di Cristo: «Costruite sulla roccia, non sulla sabbia»). E si compia una seria opera di controllo. Mai più corruzione. Mai più vittime della cattiva edilizia
29/8/2016
E´ stato indagato per omicidio stradale il 19enne Giuseppe Boi, al volante della Golf sulla quale viaggiava anche il 20enne Enrico Lecca, deceduto sabato in seguito all´incidente lungo la Strada Provinciale 118
12:05
L´uomo si trovava nel parcheggio dell´Hotel Mediterraneo, quando la sua auto è stata bloccata da due vetture, dalle quali sono scesi due banditi, con i volti coperti armati di pistola
© 2000-2016 Mediatica sas