Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariCulturaManifestazioni › Presentati i Candelieri: per la prima volta targati Unesco
A.B. 1 agosto 2014
Presentata questa mattina, nella Sala Giunta in Palazzo Ducale, l’edizione 2014 della manifestazione che unisce storia e folklore, riconosciuta dall’Unesco Patrimonio Immateriale dell’Umanità. Presenti, il sindaco Sanna, l´assessore alla Cultura Spanedda ed il presidente dell´Intergremio Spada
Presentati i Candelieri: per la prima volta targati Unesco


SASSARI – Presentata questa mattina, nella Sala Giunta in Palazzo Ducale, l’edizione 2014 della manifestazione che unisce storia e folklore, riconosciuta il 4 dicembre 2013 dall’Unesco Patrimonio Immateriale dell’Umanità. Presenti, il sindaco di Sassari Nicola Sanna, l'assessore alla Cultura Monica Spanedda ed il presidente dell'Intergremio Salvatore Spada.

Un lungo calendario, che inizierà lunedì 4 agosto, per avere il suo apice giovedì 14, quando Sassari scioglie il suo voto alla Beata Vergine dell’Assunta con la Discesa dei Candelieri: sin dalle prime ore del mattino in programma le Vestizioni dei dieci ceri votivi. Il tradizionale saluto da parte dell’Amministrazione Comunale all’obriere di ciascun Candeliere ritorna anche quest’anno con un percorso costruito per assecondare le esigenze dei turisti. Alle 10, il sindaco accoglierà a Palazzo Ducale il gremio dei Massai per ricevere la bandiera dell’antico gremio in cambio del Gonfalone della città. Accompagnato dalla banda, il corteo si dirigerà a Palazzo di Città dove al piano superiore, nella sala di rappresentanza, quella che anticamente ospitava il primo cittadino, si terrà la vestizione della bandiera da parte del gremio. Subito dopo i Massai la esporranno dal balcone del Palazzo. Da Piazza Azuni, dalle ore 10 alle 13.30, il trenino “Aiò” partirà per portare turisti e curiosi nelle sedi della vestizione di Candeliere (ogni sede della vestizione sarà facilmente “riconosciuta” da uno stendardo di oltre 3metri raffigurante il candeliere di riferimento). Alle 17, il primo cittadino riceverà a Palazzo di Città le autorità civili e religiose in attesa della partenza del primo Candeliere da piazza Castello, prevista per le ore 18. La sera, i dieci ceri votivi (condotti dagli antichi gremi, veri protagonisti della processione) sono trasportati da piazza Castello alla chiesa di Santa Maria di Betlem dove viene sciolto il voto alla Madonna. Lungo il percorso, la folla assiste e partecipa, seguendo il ritmo dei tamburi, l'incrociarsi dei “li betti”, i nastri colorati che adornano i Candelieri, ma soprattutto la fatica e la danza dei portatori, con il loro incedere severo, i gremi, vestiti con i loro abiti dalle fogge antiche. Prevista la diretta televisiva su “Telegì”: dalle 16, l’emittente trasmetterà uno speciale sulla vestizione della mattina, per poi partire con la diretta della Discesa.

Il programma degli eventi inizia lunedì 4 agosto, alle ore 19, con l’inaugurazione nell’Archivio storico comunale della mostra “Ciogghitta mon amour–Ciogghitta amore mì”, che sarà visitabile fino al 14, dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20 e che vedrà la parteciperà di Giovanni Fancello, foodblogger, esperto di storia della gastronomia. La ciogghitta sarà anche la grande protagonista di uno degli eventi estivi più attesi dalla città: “La ciogghitta d’oro”, che quest'anno si terrà mercoledì 6, in Piazza Università a partire dalle ore 20. E’ una gara a squadre di suzione di lumachine: i contendenti a squadre di due si sfideranno in un tempo prestabilito, rigorosamente senza ausilio di stecchini o forchettone, solo con l’utilizzo di mani e denti così come richiede la tradizione “a succiaddura”. Dallo scorso anno, la manifestazione si è arricchita di un'ulteriore competizione di carattere culturale, il “Gremio Award”, che consiste nella traduzione simultanea dal sassarese all’italiano e viceversa di frasi composte e termini ormai in disuso. Un modo per legare e mantenere in vita tradizione culinaria e dialettale. Un'altra grande novità, sarà la creazione e distribuzione di una guida turistica che si chiamerà ”Cio-Guida-d’Oro”, che conterrà l’elenco dei ristoranti e delle loro ricette, comprese foto dei locali e mappa per raggiungerli facilmente, che aderiranno al progetto e che nel periodo prestabilito dal 6 al 30 agosto, garantiranno nel loro menù la presenza di almeno un piatto a base di lumache, in un percorso alla riscoperta di antichi sapori e tradizioni. I ristoranti che hanno scelto di aderire sono “L'assassino”, “Camelot”, “Bellabe'”, “Montecristo”, “La Vela latina”, “Il Quirinale”, l'“Antica Hosteria”, il “Cenacolo”, “Giamaranto”, “L'asfodelo” e “La volpe e l'Uva”.

Martedì 5, alle 18, in Porta Sant’Antonio, spazio alla diciottesima edizione della “Discesa dei Piccoli Candelieri”, promossa dall’Intergremio in collaborazione con il Comune di Sassari ed è dedicata ai giovanissimi aspiranti portatori e tamburini, di età non superiore ai 13 anni. La colorata, rumorosa ed allegra sfilata si snoderà lungo Corso Vico e si concluderà nel piazzale della chiesa di Santa Maria. Sarà poi il momento della premiazione, durante la quale tutti i partecipanti riceveranno direttamente dal sindaco un dono ricordo dell’evento. La manifestazione nasce con l’obiettivo di tramandare e promuovere la tradizione della Faradda, i suoi valori più autentici ed il senso di appartenenza ad una comunità. Sabato 9, sarà la volta della “Discesa dei Medi Candelieri”, appuntamento quest'anno anticipato alle ore 17, in Piazza Castello. I ventiquattro gruppi scenderanno da Piazza Castello, lungo Largo Cavallotti, Piazza Azuni, Corso Vittorio Emanuele, Porta Sant'Antonio e Corso Vico, per concludersi nel piazzale della Chiesa di Santa Maria.

Lunedì 11, quattordici circoli animeranno la tradizionale arrostita dei Candelieri, organizzata in Piazza Colonna Mariana a partire dalle 20. I circoli cucineranno per turisti e sassaresi quintali di carne e verdure arrosto, accompagnato da migliaia di litri di buon vino rosso. Resterà anche nell'edizione 2014 l'allestimento di alcune postazioni di distribuzione ticket, sempre rigorosamente gratuiti, con i quali potranno essere ritirati i piatti delle degustazioni. Davanti ad ogni postazione dei circoli, infine, verranno realizzati percorsi di ingresso - uscita per favorire un più ordinato ed equo accesso alle degustazioni. A seguire i concerti di musica folk “Tutti Umpari pa la Ziddai” e “Sunendi e cantendi pa’ Sassari” a cura delle associazioni “Folk Sardegna”.

Nonostante ormai i detenuti si trovino nel nuovo carcere di Bancali, in onore della tradizione, si è scelto di mantenere per questo importante appuntamento il nome di “Candeliere di San Sebastiano”. Martedì 12, alle 9.30, nella nuova struttura, si rinnoverà l'appuntamento, dopo la sospensione degli anni scorsi. Ancora per il 2014 si farà ballare il vecchio candeliere, realizzato a suo tempo dai detenuti nella vecchia casa circondariale di San Sebastiano. L'idea però è quella di avviare un progetto a lungo termine per la creazione di un nuovo cero, che sostituisca l’attuale che comincia a mostrare i segni del passare del tempo. Durante il laboratorio, saranno date anche informazioni storiche e documentali sulla tradizione dei Candelieri a Sassari. Il cero sarà poi esposto nel cortile di Palazzo Ducale. Una novità di questa edizione sarà la mostra allestita da martedì 12 a giovedì 14, nella Sala Duce a Palazzo Ducale. Si tratta di lavori realizzati dalle detenute durante un laboratorio di cucito-ricamo. L'allestimento sarà gestito da due detenute, che mostreranno le creazioni a tutti i visitatori.

Martedì 12, alle 21, in Piazza del Comune, la Banda Musicale “Luigi Canepa” organizza il “Concerto per i Candelieri” arrivato alla sua sedicesima edizione. L’esibizione musicale è uno degli appuntamenti irrinunciabili in vista della Faradda. Dal 1999 la banda musicale Luigi Canepa realizza, in occasione della discesa, un concerto a loro dedicato che ha visto negli ultimi anni la partecipazione di musicisti di livello internazionale.

Mercoledì 13, alle 18, il primo cittadino, come previsto dalla tradizione, incontrerà a Palazzo Ducale gli ex sindaci di Sassari. Alle ore 20, nella piazza del Comune, avrà inizio la cerimonia per il Candeliere d’Oro (assegnato al sassarese che da più lungo tempo risiede all’estero e che ritorna in città in occasione del Ferragosto), il Candeliere d’Argento (assegnato al sassarese che da più lungo tempo risiede in qualunque località della penisola e che giunge in città in occasione del Ferragosto) ed il Candeliere d’Oro Speciale (assegnato a sassaresi o a sardi che hanno dato lustro alla città di Sassari e alla Sardegna, distinguendosi per capacità e impegno nei campi dello sport, dell’economia, della politica, della cultura, delle scienze, dei problemi sociali ed in modo particolare a tutti coloro che si sono prodigati per la pace fra i popoli). La grande novità di quest'anno, voluta ed introdotta dall'Amministrazione Sanna, è il Candeliere di Bronzo, che sarà consegnato a coloro che non sono nati a Sassari, ma che vi risiedono ininterrottamente da almeno 50 anni. I festeggiamenti si concluderanno venerdì 16 agosto, con il consueto appuntamento al Lido Punta Bianca di Platamona: alle ore 21, il tradizionale spettacolo pirotecnico dei fuochi d’artificio e, a seguire, i concerti di musica folk “Tutti Umpari pa la Ziddai” e “Sunendi e cantendi pa’ Sassari”, a cura delle associazioni “Folk Sardegna” ed “Eba Giara”.
Commenti
9:48
Giovedì 6 e venerdì 7 ottobre 2016 privati, università, ricercatori e istituzioni si incontreranno nei locali dell´Ex Manifattura Tabacchi in viale Regina Margherita 33 a Cagliari. Tra gli altri, saranno presenti Huawei, Amazon e Microsoft
18:47
Ultimi appuntamenti del Festival letterario Un’isola in rete. Ricco, ancora, d’interessanti eventi. Domani mattina venerdì 30 alle 9.30 nelle scuole medie di Castelsardo Carlo Carzan replica il suo Allenamente per i ragazzi delle scuole medie
14:16
«Isole ecologiche soluzione al problema dei fai da te», dichiarano i responsabili del Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati
27/9/2016
Venerdì 23 settembre decine di maghi di tutte le età hanno animato la parte antica della città di Alghero. Un´iniziativa realizzata senza fondi ma con la volontà di giovani imprenditrici
© 2000-2016 Mediatica sas