Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariCronacaLavoro › Operai Multiss sul tetto della Provincia
A.B. 21 luglio 2014
Nella tarda mattinata di oggi, i lavoratori della società in house sono tornati sul tetto del palazzo di rappresentanza dell’amministrazione, manifestando la propria preoccupazione per il rischio imminente di 150 licenziamenti. Solidarietà da parte del presidente Giudici: «La Regione intervenga subito»
Operai Multiss sul tetto della Provincia


SASSARI - «Piena e incondizionata solidarietà per i dipendenti della “Multiss”, le loro preoccupazioni sono anche le nostre, la Regione deve intervenire in fretta». Nella tarda mattinata di oggi, lunedì 21 luglio, i lavoratori della società in house sono tornati sul tetto del palazzo di rappresentanza dell’amministrazione, manifestando la propria preoccupazione per il rischio imminente di 150 licenziamenti. A loro, il presidente della Provincia di Sassari Alessandra Giudici conferma la sua vicinanza. «L’abbiamo detto non più tardi di tre giorni fa per l’ennesima volta, a queste condizioni dovremo tagliare servizi fondamentali per la nostra comunità, come scuole e strade – afferma – e l’effetto collaterale di questa situazione è che i dipendenti della Multiss rischiano il posto di lavoro».

Già due settimane fa, i dipendenti della Multiss e la Giudici si erano ritrovati sul tetto, a conferma del fatto che la protesta dell’ente intermedio e dei lavoratori è la stessa. Gli operai erano scesi solo dopo la rassicurazione personale del presidente della Regione Autonoma della Sardegna Francesco Pigliaru, che aveva parlato al telefono con uno dei lavoratori ed aveva garantito tempi brevi per risolvere il problema. «Al di là delle rassicurazioni – commenta il presidente della Provincia –nessuno da Cagliari ha ancora dato l’unica risposta necessaria, il trasferimento dei 4milioni e 300mila euro tagliati dalla Giunta Cappellacci».

Con le risorse a disposizione, la Provincia potrà andare avanti sino al 15 agosto, poi dovrà tagliare le spese per quelle voci. Venerdì scorso, la Giunta Provinciale ha approvato un atto d’indirizzo rivolto ai dirigenti, per procedere al taglio del 40percento dei servizi. «Abbiamo avuto diversi confronti con la Regione e abbiamo anche organizzato una serie di incontri con i consiglieri regionali del territorio – ha aggiunto – per ribadire le ragioni della Provincia e degli altri enti locali». Nei giorni scorsi, Alessandra Giudici ha incontrato i vertici della società ed oggi si è confrontata con i sindacati. «La mia richiesta è che si faccia ogni cosa per scongiurare l’avvio delle pratiche di licenziamento – ha concluso – per aspettare l’intervento della Regione, che però ha sempre meno tempo per agire». Il presidente della Provincia ha parlato con i lavoratori che si trovano sul tetto. «Chiedono che mercoledì la Giunta Pigliaru deliberi il trasferimento dei soldi alle casse della Provincia», riferisce Alessandra Giudici, che si è già messa in contatto con l’assessore regionale degli Enti locali Cristiano Erriu, e con gli uffici del presidente Pigliaru per rappresentare la drammatica situazione.
Commenti
24/9/2016
I dirigenti greci hanno confermato la volontà di far ripartire l´attività estrattiva della miniera di bauxite ferma da più di un anno
24/9/2016
Ieri, il presidente della Regione Autonoma della Sardegna e l’assessore regionale dell’Industria hanno accompagnato il sottosegretario della Presidenza del Consiglio dei ministri in visita all’esterno dello stabilimento
© 2000-2016 Mediatica sas