Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariAmbienteAnimali › Fiume Santo, spiaggia accessibile ai cani
Red 14 giugno 2013
Gli animali domestici potranno godere dei circa 60 metri di spiaggia messi a disposizione dal 22 giugno al 30 settembre, dall´alba al tramonto. Tutte le regole
Fiume Santo, spiaggia accessibile ai cani


SASSARI - Per il secondo anno consecutivo, un tratto di spiaggia a Fiume Santo sarà accessibile ai cani, che potranno anche fare il bagno nel mare antistante. Lo ha stabilito il sindaco di Sassari con un'ordinanza firmata in questi giorni, grazie anche alla collaborazione dell'assessorato alle Politiche ambientali che ha predisposto il servizio. Gli animali domestici potranno godere dei circa 60 metri di spiaggia messi a disposizione dal 22 giugno al 30 settembre, dall'alba al tramonto.

Per poter usufruire del servizio è necessario seguire determinate regole: i cani devono essere innanzitutto iscritti all'anagrafe canina; se sporcano, il proprietario deve immediatamente pulire; devono avere il collare con una medaglietta in cui sono indicati i dati del padrone; bisogna avere con sé il libretto sanitario, il guinzaglio e la museruola e utilizzarli quando è necessario.

I proprietari e i detentori degli animali, infatti, sono responsabili civilmente e penalmente di eventuali lesioni a provocate dal cane; l'animale non deve avere pulci, zecche o altri parassiti e deve essere in regola con le vaccinazioni. Il padrone dovrà inoltre preoccuparsi di creare una zona d'ombra per il proprio animale e provvedere a dargli da bere. Le violazioni del regolamento saranno punite con sanzioni che vanno dai 100 ai 1000 euro.
Commenti
23/4/2018
«Una soluzione rapida per sostenere il settore», ha auspicato ieri l´assessore regionale dell´Agricoltura
16:14
L’associazione “Dna randagio” è disponibile ad effettuare cinque sterilizzazioni gratuite per i cani pastore
22/4/2018
Riprende il progetto per la tutela dell’aragosta rossa (Palinurus elephas), nell’area protetta dell’Asinara. Il progetto si basa sul rilevamento di una serie di dati relativi alla pesca e alla biologia delle aragoste: peso, lunghezza totale, lunghezza carapace, sesso, metodologie di pesca
22/4/2018
Ad una settimana dalla liberazione, i quattordici grifoni familiarizzano con le falesie rocciose lungo la penisola di Capo Caccia. Intanto, i monitoraggi sugli otto grifoni radiocollarati testimoniano la loro presenza vicino al carnaio. I ricercatori confidano nel buono stato di salute dell’intero gruppo
© 2000-2018 Mediatica sas