Skin ADV
Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziealgheroPoliticaPolitica › Gli ex sindaci abbracciano la Catalogna
Red 5 aprile 2019
L’incontro del ministro per gli Affari esteri della Catalogna Alfred Bosch con gli ex sindaci di Alghero ha avuto un profondo significato culturale, soprattutto perché è stata la occasione per ripercorrere, nella memoria, l´intensità delle relazioni tra le due comunità fattesi sempre più intense, fino a vedere l´attivazione dell’Ufficio di rappresentanza in Alghero della Generalitat
Gli ex sindaci abbracciano la Catalogna


ALGHERO - L’incontro del ministro per gli Affari esteri della Catalogna Alfred Bosch con gli ex sindaci di Alghero ha avuto un profondo significato culturale, soprattutto perché è stata la occasione per ripercorrere, nella memoria, l'intensità delle relazioni tra le due comunità fattesi sempre più intense, fino a vedere l'attivazione dell’Ufficio di rappresentanza in Alghero della Generalitat. Come noto, le Sedi di Rappresentanza (tra cui anche quella di Alghero) erano state chiuse dal Governo Rajoy dopo il referendum svoltosi in Catalogna nell’ottobre 2017, in occasione del quale i cittadini si erano espressi a favore della istituzione dello Stato catalano. Il Governo spagnolo disattese le aspettative dei cittadini e, “attuando una politica repressiva ed antidemocratica, dispose la restrizione dei funzionari e dei politici che avevano voluto procedere alla applicazione della volontà popolare”.

Dopo questi fatti, ci furono ad Alghero alcune manifestazioni pubbliche organizzate da Omnium cultural de l’Alguer e dall’Assemblea nacional catalana, di condanna e denuncia delle azioni repressive attuate dal Governo di Madrid, che sfociarono con gli arresti e poi con il commissariamento del Governo catalano. Circa un anno fa, sette ex sindaci di Alghero organizzarono un'iniziativa pubblica a cui seguì una lettera indirizzata all’ex presidente del Governo spagnolo Mariano Rajoy ed all’ex ministro degli Esteri italiano, perché intervenisse per la riapertura dell’Ufficio della Generalitat de Catalunya ad Alghero.

Nell’incontro, Bosch ha evidenziato che la vicinanza e la solidarietà della città di Alghero nei confronti del Popolo catalano, oltre che essere dimostrativa della fratellanza tra le due comunità, è stato anche l'occasione per riconfermare la volontà e l’importanza che queste relazioni divengano sempre più intense nel prioritario intento di tutti concorrere ad un nuovo disegno di un'Europa dei popoli. Gli ex primi cittadini, nel ribadire il forte legame culturale e sociale con il Popolo catalano, hanno dichiarato la propria disponibilità ad organizzare iniziative pubbliche per favorire una giusta informazione sulla situazione sociale e politica in Catalogna.

Nella foto: un momento dell'incontro
Commenti
24/6/2019 video
Proclamato il nuovo Consiglio algherese. E´ il primo dei non eletti della Civica "Noi con Alghero" ma già assapora il ritorno nell´aula di via Columbano grazie al valzer delle deleghe assessoriali che premierà certamente il movimento. L´intervista con Alessandro Loi, tra i pochi ad aver aumentato il proprio consenso elettorale rispetto al 2014, che fa i complimenti ai tre candidati sindaco per il profilo mantenuto durante la campagna elettorale.
24/6/2019
2-2-1-1-1, a cui si aggiunge la presidenza dell'Aula. Circolano già i primi nomi del futuro Esecutivo targato Mario Conoci. Sabato la prima riunione ad Alghero: la suddivisione degli incarichi seguirà uno strettissimo ordine di popolarità elettorale
24/6/2019
La netta precisazione arriva direttamente dai vertici locali del partito. Oltre Forza Italia, potrebbe essere proprio la Lega a indicare il secondo assessore. «Siamo il secondo partito della coalizione ad Alghero»
© 2000-2019 Mediatica sas