Skin ADV
Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariCronacaSocietà › Sassari: Massimiliano Sechi in tour
Red 14 marzo 2019
Sabato, il neocavaliere della Repubblica sarà nel capoluogo turritano con il suo #NoExcuses tour”: «Sono nato senza braccia e senza gambe, oggi cambio la vita delle persone». Nato con una grave malformazione agli arti, è diventato campione del mondo di e-Sports ed oggi aiuta migliaia di persone a non avere scuse nella vita
Sassari: Massimiliano Sechi in tour


SASSARI - Massimiliano Sechi è un 32enne con una storia straordinaria. Nato con una grave malformazione agli arti, la focomelia, che l’ha costretto fin da piccolo alla sedia a rotelle, è riuscito a trasformare il suo handicap nel suo punto di forza. Infatti, è diventato più volte campione del mondo di e-Sports contro i normodotati, ha fondato il movimento #NoExcuses con centinaia di migliaia di followers ed oggi vive in totale autonomia (guida la macchina, fa la spesa, pratica sport, ecc.) dedicandosi ad aiutare gli altri. L’adolescenza di Max è tutt’altro che facile. «La mia è la storia di un ragazzo che come tanti fa di tutto per essere felice – racconta Sechi – ma che deve scontrarsi con gli sguardi delle persone, con il pietismo, con il bullismo, con il suo handicap, ma soprattutto con la sua paura di essere giudicato inferiore e non all’altezza».

La separazione dei genitori lo fa cadere, all’età di quattordici anni, in uno stato di grave depressione. Cerca di combattere le difficoltà dedicando la sua vita al mondo dei videogiochi ed è proprio il titolo di campione del mondo che lo convince a trasformare la propria esistenza. È il momento in cui realizza che nella vita ciò che conta non è la propria condizione di partenza, ma essere fino in fondo se stessi, perché se non si lascia spazio alle scuse si possono ottenere cose straordinarie. «Dentro di noi c’è già tutto quello di cui abbiamo bisogno per essere liberi e felici». Da qui, la nascita del motto #NoExcuses e dell'omonimo movimento, che oggi raduna su Facebook più di 220mila followers. La potenza del messaggio e l’inesauribile positività di Massimiliano Sechi sta contagiando tante persone. Da qui, la decisione di dare vita ad un tour che ha l’obiettivo di raggiungere tutta l’Italia.

Per questo, Massimiliano sarà a Sassari sabato 16 marzo, per una serata alla scoperta di se, delle convinzioni che limitano le persone da quando sono piccole, delle scuse che tengono lontani dalla propria realizzazione ma anche alla scoperta di come funziona la mente umana, del proprio vero valore, dei desideri personali più profondi e talenti pronti ad essere messi in campo per far diventare chi si è veramente. L’obiettivo è riflettere, gioire, meditare e portarsi a casa degli strumenti concreti che possano cambiare da subito la vita quotidiana. L'appuntamento è sabato, dalle 9 alle 18.30, nelle sale dell'Pegasus Hotel-Hotel Il Vialetto, in Via Predda Niedda 37, a Sassari. Per ulteriori informazioni e per i biglietti, si può andare sul sito internet EventBrite. Per partecipare alla prima parte, dalle 9 alle 11, il biglietto ha un costo di 20euro. Se invece si vuole riservare subito il posto per il Workshop completo, dalle 9 alle 18.30, il biglietto ha un costo di 99euro, con una maglietta “NoExcuses” in omaggio.

Nella foto: Massimiliano Sechi con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella
Commenti
18:36 video
La signora Langella, oggi 72enne, era una bimba quando, nel 1953, è partita per l'Argentina ha 72 anni. Oggi, è tornata nella Riviera del corallo, trovando ad attenderla in aeroporto parenti, amici ed il sindaco della sua città, Mario Bruno
17/5/2019 video
Sono trascorsi 76 anni dal tragico 17 maggio 1943, quando la città di Alghero fu devastata dai bombardamenti, in quella che viene ricordata come la notte di San Pasquale. Per l´occasione il Quotidiano di Alghero rilancia il commovente ricordo delle signore Tommasina, Pinuccia, Adele, Rosaria, Assunta (alcune recentemente scomparse): nei loro occhi le immagini, seppur lontane, di una notte che ha segnato la vita di molti algheresi.
© 2000-2019 Mediatica sas