Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariSpettacoloTeatro › L´Ultimo Chisciotte arriva a Sassari
Red 8 gennaio 2019
Il fascino dell´utopia del Teatro del Carretto, nell´Isola sotto le insegne del Cedac: debutta domani sera, in prima regionale, al Teatro Comunale di Sassari, lo spettacolo liberamente tratto dal romanzo di Miguel de Cervantes Saavedra, con adattamento e regia di Maria Grazia Cipriani. La tournée continua giovedì al Teatro Grazia Deledda di Paulilatino e venerdì al Teatro Comunale di San Gavino Monreale
L´Ultimo Chisciotte arriva a Sassari


SASSARI - Viaggio fantastico sulle tracce del “cavaliere dalla trista figura” con “Ultimo Chisciotte”, del Teatro del Carretto, liberamente tratto dal romanzo di Miguel de Cervantes Saavedra, con adattamento e regia di Maria Grazia Cipriani, in cartellone (in prima regionale) domani, mercoledì 9 gennaio, al Teatro Comunale di Sassari, e poi in tournée nell'Isola, giovedì 10, al Teatro Grazia Deledda di Paulilatino, e venerdì 11, al Teatro Comunale di San Gavino Monreale, per la Stagione de La Grande prosa 2018-19, organizzata dal Cedac, nell'ambito del Circuito multidisciplinare dello spettacolo in Sardegna. Tutti gli spettacoli sono in programma alle 21.

Una pièce visionaria, onirica e poetica, interpretata da Matteo De Mojana, Stefano Scherini ed Ian Gualdani, per riscoprire l'immortale personaggio scaturito dalla penna dello scrittore spagnolo, simbolo della tensione verso un ideale, capace di sfidare l'ignoto ed i temibili giganti, ovvero in lotta contro i mulini a vento, sempre pronto a combattere per una giusta causa, in difesa dei deboli e degli oppressi, senza mai arrendersi o cedere alla stanchezza, disposto perfino «a marciare all’inferno per una causa divina». Un singolare eroe alla rovescia, emulo degli antichi cavalieri e delle loro magnifiche gesta, trasfigurate in epici poemi, ignaro del ridicolo e dello stupore suscitato dalle sue stravaganti imprese, che da «scalcagnato vagabondo dell’impotenza - come scrive la regista nelle note - continua ad inseguire l’utopia, facendola giocare con la realtà».

La tragicomica ed emblematica storia de “El ingenioso hidalgo Don Quijote de la Mancha”, al di là del dichiarato intento satirico dell'autore, attraversa le epoche e le mode per dar corpo alle più sfrenate fantasie degli spiriti elevati e dei rivoluzionari desiderosi di migliorare il mondo e disposti a sacrificarsi e ad esporsi in prima persona in nome di principi e valori inderogabili. Perdutamente innamorato dei libri, oltre che della bella Dulcinea, don Alonso Quijano intraprende il periglioso viaggio che lo porterà a scontrarsi con le smisurate pale, che egli scambia per le braccia degli spietati giganti, nonché con “eserciti” di pecore (e rispettivi pastori), affrontando in duello il sedicente Cavaliere degli Specchi ed il Cavaliere della Bianca luna, oltre a liberare prigionieri ed affrontare leoni, senza mai lasciarsi distogliere dai propri propositi, ne dal miraggio della gloria.

Nella foto: un momento dello spettacolo
Commenti
21/3/2019
In occasione della sua tournée teatrale in Sardegna, che lo vedrà protagonista con lo spettacolo “Il rigore che non c´era”, mercoled´ mattina, Federico Buffa tornerà ad Alghero, questa volta nell´Auditorium della scuola media Maria Carta, per incontrare gli studenti di Via Malta e dell´Istituto Tecnico sportivo di Alghero per raccontare storie di campioni, ma non solo, che hanno cambiato letteralmente l´ordine della storia
© 2000-2019 Mediatica sas