Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesardegnaPoliticaLavoro › LavoRas: ok al piano da 128milioni
Red 7 agosto 2018
L’Osservatorio promuove il piano da 128milioni di euro: via a 258 progetti presentanti da 195 Comuni sardi per nuovi cantieri e duecento assunti con le politiche attive per il lavoro
LavoRas: ok al piano da 128milioni


CAGLIARI - LavoRas entra nel vivo, con 258 progetti presentati da 195 Comuni sardi per la parte cantieri e 160 imprese che hanno assunto le prime duecento persone, la maggior parte a tempo indeterminato, con le agevolazioni della parte politiche attive per il lavoro. L’avanzamento del piano per il lavoro da 128milioni di euro è stato certificato ieri 8lunedì) dall’Osservatorio di LavoRas, che ha il compito di verificarne periodicamente i risultati, riunito nella Sala Lussu di Villa Devoto, a Cagliari. Con il presidente della Regione autonoma della Sardegna Francesco Pigliaru, gli assessori regionali del Bilancio Raffaele Paci e del Lavoro Virginia Mura, erano presenti i rappresentanti degli Enti locali, le organizzazioni sindacali e datoriali. LavoRas mette in campo 128milioni per il 2018 e 70 ciascuno per il 2019 e per il 2020. Suddiviso in due macromisure, appunto cantieri (45milioni per i nuovi e 21 per quelli già operativi) ed incentivi occupazionali (61milioni) conta di ridurre il tasso di disoccupazione di circa un punto percentuale, a condizioni stabili, e di dare lavoro complessivamente ad oltre 11mila persone.

«Se tutte le politiche vanno monitorate in itinere, questo vale ancora di più per LavoRas. Abbiamo attivato una macchina complessa, un programma innovativo che si sviluppa in più ambiti, e per questo è particolarmente importante vedere che i primi dati che emergono dall’Osservatorio sono positivi - sottolinea Pigliaru - LavoRas, nelle sue declinazioni, è nato per dare risposte concrete e rapide all’emergenza occupazione, mettendo in moto l’economia e dunque creando le condizioni per migliorarla. Se da un lato siamo intervenuti direttamente creando i cantieri, dall’altra, con gli incentivi occupazionali, abbiamo voluto aiutare le imprese ad assumere nel 2018, anche per amplificare gli effetti di una ripresa dell’economia che finalmente si vede. I risultati oggi sul tavolo ci dicono che la strada è quella giusta: con i cantieri garantiamo nuovi stipendi raccogliendo nello stesso tempo frutti permanenti, perché si tradurranno in servizi migliori per i cittadini, e i nostri bonus sommati a quelli nazionali permetteranno a tanti giovani di avere un lavoro in Sardegna per costruire qui il loro futuro che è poi il futuro di tutti noi. Andiamo avanti con questo progetto, rapidamente e con grande determinazione - conclude il presidente regionale - per raggiungere nel minor tempo il miglior risultato possibile».

«Siamo soddisfatti di quello che è emerso dalla riunione dell’Osservatorio: i dati ci confermano che LavoRas è una misura importante, ben strutturata, fortemente condivisa per la quale abbiamo lavorato con grande impegno e determinazione in tutti questi mesi - spiega Paci - Ci siamo impegnati per semplificare le procedure, ridurre al massimo la burocrazia e procedere rapidamente, ma parliamo della più grande campagna di politica per l’occupazione fatta nella nostra regione, una macchina complessa che richiede una serie di passaggi tecnici ma che pur con le inevitabili difficoltà sta andando avanti. Dai Comuni sono arrivati tanti progetti, e ci aspettiamo che in questi ultimi giorni tanti altri ne arrivino, ci auguriamo anche in forma associata per poter utilizzare tutte le risorse a disposizione. LavoRas è una occasione importante, insieme agli altri strumenti messi in campo dalla Giunta, per uscire definitivamente dalla crisi», conclude il vicepresidente regionale. «I risultati sono incoraggianti. Ci aspettiamo però di avere un incremento significativo delle richieste dopo il periodo estivo, anche perché a causa dell’incertezza della disponibilità delle risorse nazionali negli ultimi mesi vi è stato un rallentamento - conclude Mura - Ora stanno ripartendo anche le misure statali. Un altro dato incoraggiante è la prevalenza delle assunzioni a tempo indeterminato su quelle a tempo determinato. Confidiamo che si possa confermare la tendenza. Nel mese di settembre, stiamo programmando degli ulteriori incontri con le associazioni datoriali, per illustrare tutti i bandi attivi, compreso quello per gli Over35 pubblicato di recente, le cui istanze possono essere presentate a partire dal 25 settembre».

Nella foto: un momento dell'incontro
Commenti
22:28
«Consapevolezza e condivisione. L´unità è la condizione essenziale per ridare fiducia e governare il cambiamento», ha dichiarato il presidente della Regione autonoma della Sardegna
16/11/2018 video
Alghero: segnali positivi ed opportunità per lavoro ed impresa. Aperto oggi il nuovo centro in città, alla presenza del sindaco Mario Bruno e dell´assessore regionale al Lavoro Virginia Mura. Le immagini
16/11/2018
«Si eliminano le disparità. Maggioranza disunita su un tema prioritario per la Sardegna», sottolinea il consigliere regionale di Fratelli d´Italia, che è intervenuto sul nuovo inquadramento dei dipendenti Forestas
16/11/2018
Il grande numero di domande presentate, l’urgenza di dare risposte rapide alle istanze e la necessità di estendere il Microcredito a tutti i soggetti non bancabili, non solo i disoccupati. In risposta a tali esigenze, è stata varata martedì, dalla Giunta regionale, una delibera che incrementa le risorse disponibili del Fondo
16/11/2018
Su 50 posti soltanto 32 lavoratori potranno accedere alla graduatoria a seguito della decisione dell´Aspal che ha imposto contratti di tipo privatistico in luogo di quelli di diritto pubblico che faranno perdere 18 assunzioni
15/11/2018
«Siamo convinti che il testo dovesse essere migliorato. Abbiamo formulato proposte per eliminare i punti di incertezza», ha dichiarato l´assessore regionale degli Affari generali, parlando della legge per l´inquadramento dei lavoratori dell´Agenzia
15/11/2018
Interventi per un ammontare di 1.243milioni di euro, di cui 805,2 provenienti dal bilancio pubblico e 436,8 da capitali privati; occupazione associata agli interventi, una volta conclusi, stimata per difetto in 4.500 unità, oltre l’occupazione di cantiere, valutata per difetto in 860 unità
© 2000-2018 Mediatica sas