Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziealgheroCulturaLibri › Luciano Funetta ad Alghero con il suo nuovo libro
Red 6 luglio 2018
Domani sera, nuovo appuntamento per le anteprime di #dall’altrapartedelmare, il Festival di libri, scrittori e storie che anima l’estate algherese. Lo scrittore converserà con Ignazio Caruso del suo romanzo “Il grido”, appena pubblicato dalle edizioni Chiarelettere
Luciano Funetta ad Alghero con il suo nuovo libro


ALGHERO – Domani, sabato 7 luglio nuovo appuntamento per le anteprime di #dall’altrapartedelmare, il Festival di Libri, scrittori e storie che anima l’estate di Alghero. Protagonista della serata, a partire dalle 21, sarà lo scrittore Luciano Funetta che converserà con Ignazio Caruso del suo romanzo “Il grido” appena pubblicato dalle edizioni Chiarelettere.

Funetta è nato nel 1986 a Gioia del Colle. Dopo sette anni a Bologna, nel 2012 si è trasferito a Roma, dove è entrato a far parte di TerraNullius e della direzione artistica del Flep! il Festival delle letterature popolari. Finora ha pubblicato: Noi stessi abbiamo dimenticato, «Watt» 0; Certe informazioni, «Costola» 1; Gli occhi della montagna su Cosa si scrive quando si scrive in Italia, Granta Italia; Strappacuore su «Prospektiva» 55; alcuni contributi per Archiviobolano, oltre a numerosi racconti e saggi su TerraNullius. Dalle rovine, il suo primo romanzo, è uscito nel novembre 2015 per Tunué.

Lena Morse è impiegata in una ditta di pulizie. Giorno e notte percorre la grande città in cui il trasporto pubblico ha smesso di funzionare da anni, i defunti vengono seppelliti su internet, la segregazione sociale ha raggiunto conseguenze estreme. Cresciuta senza l’affetto di una famiglia, Lena diventa donna in un microcosmo di alienati, ultimi reduci del lavoro manuale, bambini fantasma, individui sadici e apparizioni che popolano le sue giornate al limite della sopravvivenza. Uno strano amore, l’inquietudine dell’esistenza, la speranza di un futuro spingono Lena a cercare risposte non più su chi è stata ma su chi diventerà, mentre il mistero di un richiamo bestiale, e da sempre innominato, sembra perseguitarla, forse per ucciderla, forse per rivelarle chi è. Ambientato nei bassifondi di una metropoli straniante e vivida, Il grido conferma il talento di un narratore che ha la capacità di inventare storie prestando la voce ai nostri incubi e alle nostre paure. Con una scrittura ammaliante e attraverso personaggi sorprendenti, Funetta è abile ad intrattenere il lettore ed a rivelargli quello che è, proiettandolo in un futuro che ha già molto del proprio presente.

Nella foto: Luciano Funetta
Commenti
16/11/2018
In programma mercoledì, nella Riviera del corallo, un doppio incontro, mattino e serale. Previste le presentazioni del libro “Quel terribile ´92” ed Antimafiaduemila
© 2000-2018 Mediatica sas