Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziealgheroPoliticaDisservizi › «Acqua a singhiozzo, Abbanoa venga in Aula»
Red 14 giugno 2018
«E’ arrivato il momento che Abbanoa chiarisca, magari con una convocazione in Consiglio comunale da parte del sindaco, le motivazioni di queste continue e reiterate interruzioni d’acqua con i gravi disagi che questo comporta per famiglie e attività». E’ il capogruppo del Pd Mimmo Pirisi a commentare l´ennesimo problema connesso alla società che gestisce il sistema idrico in Sardegna
«Acqua a singhiozzo, Abbanoa venga in Aula»


ALGHERO - «E’ arrivato il momento che Abbanoa chiarisca, magari con una convocazione in Consiglio comunale da parte del sindaco, le motivazioni di queste continue e reiterate interruzioni d’acqua con i gravi disagi che questo comporta per famiglie e attività». E’ il capogruppo del Partito democratico Mimmo Pirisi a commentare l'ennesimo problema connesso alla società che gestisce il sistema idrico in Sardegna [LEGGI] (in realtà il disservizio odierno, che ricomprende mezza provincia di Sassari, dipende dall'Enas ndr).

«Alghero è collegata anche al bacino del Cuga proprio per prevenire i disservizi derivanti dal Coghinas, per l’uso agricolo non si vuole sganciare il Cuga, mentre poi subiamo le chiusure per l’uso domestico. Insomma – spiega Pirisi – penso che sia il caso che Abbanoa chiarisca al più presto cosa vuole fare ad Alghero e in tutto il territorio, visto che si vocifera di depotenziamenti degli uffici e altre negatività del servizio».

«L’acqua è un bene primario. Non si possono registrare tutti questi disagi a carico della popolazione, soprattutto alle porte della stagione turistica. Per questo, ribadisco e lancio la proposta di fare un Consiglio comunale su Abbanoa e gestione del servizio idrico», conclude il capogruppo del Pd locale.

Nella foto: il consigliere comunale Mimmo Pirisi
Commenti
14/7/2018
«Per riparare l´ascensore, che dal piano terra arriva sino al sesto piano – fanno sapere dall´Ufficio tecnico – potrebbero essere necessarie non meno di tre settimane». A disposizione del pubblico altri tre impianti
© 2000-2018 Mediatica sas