Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziealgheroPoliticaCoste › «Troppe alghe, turismo a rischio»
A.S. 15 maggio 2018
L´allarme è dell´ex sindaco Marco Tedde che se la prende con l´Amministrazione comunale. Presentata una interrogazione in Regione con la richiesta dello stato di calamità naturale
«Troppe alghe, turismo a rischio»


ALGHERO - La massiccia presenza di posidonia sulle spiagge di Alghero metterebbe a rischio la stagione turistica nella Riviera del corallo. A lanciare l’allarme è il consigliere regionale di Forza Italia, Marco Tedde, che parla di un vero e proprio stato di calamità naturale, proponendo di stoccare temporaneamente la posidonia a Surigheddu. Sull’argomento Tedde, che per nove anni è stato sindaco ad Alghero (in quegli anni si individuarono i tre siti di stoccaggio alghe tutt'ora in essere), ha anche presentato un’interrogazione in Consiglio regionale, chiedendo l’intervento della Giunta Pigliaru.

«Una situazione difficile che costringe gli imprenditori balneari a fare i conti con la natura avversa e con la amministrazione comunale che anziché stargli al fianco, alleviando gli effetti delle eccezionali mareggiate di marzo e aprile, chiede loro sacrifici non previsti dalle disposizioni regionali, pretendendo che siano loro a ripulire anche le aree limitrofi a quelle date loro in concessione», spiega Marco Tedde.

L'ex sindaco chiede anche che l'amministrazione reperisca le risorse e individui un sito alternativo a San Giovanni, «dove la quantità di posidonia ammassata sta raggiungendo dimensioni non più sopportabili sotto il profilo ambientale, igienico-sanitario e turistico». Anziché imporre ai concessionari balneari obblighi giuridicamente inesistenti - conclude Tedde - il Comune di Alghero dovrebbe chiedere lo stato di calamità naturale e l’attivazione della procedura prevista che autorizza la Regione a concedere contributi straordinari per le spese destinate alla salvaguardia dello svolgimento delle attività produttive e di beni di riconosciuto valore ambientale, storico e artistico.
Commenti
17:10
WWf, Italia Nostra, Gruppo d´Intervento Giuridico, Federparchi, Codacons e Lipu sottolineano l´importanza dell´ecosistema posidonia-sabbia per i litorali e chiedono alcuni interventi per preservare le spiagge di Alghero: dubbi sui siti di stoccaggio e i lavori di riposizionamento non eseguiti con puntualità negli anni (obbligo di Comune quanto dei privati). Subito la bonifica dei siti. Rimane l´incognita "marea gialla". Di seguito la nota integrale
10/12/2018 video
Lo ha detto il sindaco di Alghero, Mario Bruno, questa mattina all´apertura dei lavori della Prima Conferenza Regionale delle Aree Protette della Sardegna in corso di svolgimento in Riviera del Corallo. Le immagini con l´intervento del Primo cittadino
10/12/2018 video
L´assessore regionale all´Ambiente, impegnata ad Alghero per la firma del protocollo d´intesa per la nascita della Rete regionale delle aree protette di Sardegna, sottolinea l´importanza ambientale in chiave turistica dell´accordo tra tutte le realtà naturalistico-ambientali dell´Isola. Al microfono del Quotidiano di Alghero Donatella Spano conferma l´impegno, anche economico, per la corretta gestione della posidonia sui litorali della Riviera del Corallo. All´orizzonte, infatti, il via libera all´emendamento da 400mila euro che porterà lo stanziamento globale per smantellare i siti di stoccaggio realizzati dal 2007 in città a 800mila euro. Per Alghero e gli algheresi un'ottima notizia.
11/12/2018 video
Nasce ad Alghero, su proposta dell´assessore della Difesa dell´ambiente Donatella Spano, la "Rete tra le aree naturali protette della Sardegna" che, sotto una cabina di regia della Regione, mira a rafforzare la collaborazione con i due parchi nazionali, i quattro regionali e le sei aree marine protette della Sardegna
© 2000-2018 Mediatica sas