Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariPoliticaUrbanistica › Presentato a Villa Assunta il bando per le Zone F4
Red 24 aprile 2018
È stato presentato ieri, nella sede del Ceas Lago di Baratz, il bando che punta ad incrementare gli insediamenti turistici nei luoghi dove sono già presenti strutture alberghiere ed a crearne di nuovi nelle aree che ad oggi risultano carenti di servizi
Presentato a Villa Assunta il bando per le Zone F4


SASSARI - È stato presentato ieri (lunedì), nella borgata di Villa Assunta, nella sede del Ceas Lago di Baratz, il bando per le “Zone F4”, che punta ad incrementare gli insediamenti turistici nei luoghi dove sono già presenti strutture alberghiere ed a crearne di nuovi nelle aree che ad oggi risultano carenti di servizi. La manifestazione d'interesse rivolta agli operatori del settore, è stata presentata dal sindaco di Sassari Nicola Sanna e dell’assessore comunale alle Politiche per la pianificazione territoriale Alessandro Boiano, alla presenza dell'assessore regionale degli Enti locali Cristiano Erriu.

Villa Assunta è una delle zone individuate per i nuovi insediamenti turistico-alberghieri, insieme alla fascia periurbana, che si estende cioè in prossimità del centro abitato, Platamona ed Ottava, Biancareddu, l'Argentiera e Porto Palmas. «Dopo una serie di incontri con gli operatori internazionali, che si sono svolti a Bratislava, a Praga e a Cannes, ritorniamo sul territorio per dialogare con i residenti delle borgate sulle opportunità di sviluppo - ha spiegato Sanna - Il nostro è un territorio dalla forte vocazione turistica, del quale è importante esaltare non solo le aree costiere, ma anche la ricchezza dell'entroterra». Quello perseguito dal Piano urbanistico comunale, di cui le Zone F4 fanno parte, è un modello di sviluppo sostenibile, legato alla fruizione del territorio nel suo complesso, da articolare secondo un sistema che sia capace di mettere in relazione più realtà locali e di coinvolgere l’intera filiera e le imprese interessate, artigiane, agricole e di servizi (ristorazione, trasporti e cultura).

Le proposte pervenute al Comune di Sassari saranno valutate in base alla qualità architettonica degli immobili, all’utilizzo di tecniche innovative di bioedilizia, alla rispondenza a principi di risparmio energetico ed eco-sostenibilità ambientale; dovranno essere inserite nel contesto territoriale, dialogare con le aree interne e con le reti degli itinerari archeologici e naturalistici, che riescano a coniugare componenti ambientali e storico–culturali. Saranno, ovviamente, valutati l'indotto creato e la capacità di svolgere un ruolo di traino per la crescita economica, culturale e sociale del territorio. L'incontro è stata anche l'occasione per la Circoscrizione unica della Nurra di confrontarsi con la Regione autonoma della Sardegna in merito alle possibilità di sviluppo della Nurra, che chiede il riconoscimento come area rurale disagiata.

Nella foto: un momento dell'incontro
Commenti
11:40
Giochi chiusi: presa d´atto dello studio idraulico di dettaglio delle aree interessate dal Piano della Bonifica. Alghero sconta ritardi record nella pianificazione urbanistica, ma nonostante tutto la materia riaccende, da sempre, contrasti tra partiti
© 2000-2018 Mediatica sas