Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariCronacaArresti › Mores: 22enne in manette
Red 10 aprile 2018
Domenica notte, i Carabinieri della Stazione di Mores hanno arrestato un giovane disoccupato del luogo, con l’accusa di violenza e resistenza a pubblico ufficiale e lesioni gravi
Mores: 22enne in manette


MORES - Domenica notte, i Carabinieri della Stazione di Mores hanno arrestato un 22enne disoccupato del luogo, con l’accusa di violenza e resistenza a pubblico ufficiale e lesioni gravi. Si era da poco conclusa la manifestazione “Racconti di Vini”, che aveva richiamato numeroso pubblico nel piccolo centro, e gli ultimi bar stavano chiudendo, quando l’attenzione dei militari è stata attirata da un ragazzo in evidente stato di agitazione, che probabilmente aveva già avuto contrasti con dei coetanei nel corso della serata.

I Carabinieri si sono qualificati, hanno tentato di calmare il giovane, ma alla vista degli antagonisti è partito all’attacco, scaraventando per terra una ragazza e tentando di aggredire un gruppetto di forestieri. A questo punto, ai militari non rimaneva che fermarlo con la forza: un carabiniere lo ha afferrato bloccandolo, ma gli energici tentativi del ragazzo per divincolarsi e proseguire la sua azione aggressiva hanno dapprima fatto finire i due su un’auto parcheggiata e poi per terra.

Nella rovinosa caduta, il militare ha riportato la peggio, procurandosi una frattura alla spalla per la quale è stato trasportato al Pronto soccorso di Ozieri, mentre il giovane è stato arrestato ed accompagnato ai domiciliari. Ieri (lunedì), è avvenuta la convalida dell’arresto al Tribunale di Sassari, con obbligo di presentazione in attesa del processo.
Commenti
17/12/2018
Il provvedimento è stato emesso dal gip del Tribunale di Sassari, nei confronti dei presunti responsabili, in concorso tra loro, di alcuni gravi episodi, fra i quali l’esplosione di numerosi colpi d’arma da fuoco rivolti verso un’abitazione in pieno centro storico, della detenzione illegale di armi da fuoco, di minacce, dell’incendio doloso di alcune autovetture e dello spaccio di sostanze stupefacenti, il tutto aggravato dal fatto di essersi avvalsi dell’ausilio di minorenni
© 2000-2018 Mediatica sas