Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesardegnaPoliticaAmbiente › Reflui, cambiano le direttive per il riutilizzo
Red 8 marzo 2018
Intervento della Giunta regionale, che punta su maggiori risparmi sulla risorsa idrica destinata all´irrigazione. Non dovranno più essere miscelate al 50% per l'irrigazione di ortaggi consumati crudi: era uno dei vincoli che per anni ha bloccato l'utilizzo dei reflui di San Marco (Alghero)
Reflui, cambiano le direttive per il riutilizzo


CAGLIARI - La Giunta regionale ha approvato martedì la delibera di modifica alla direttiva del 2008 sul riutilizzo irriguo delle acque reflue depurate eliminando alcune limitazioni in nell'ottica di consentire un maggior utilizzo della risorsa idrica. In particolare, è eliminato l’obbligo di miscelare le acque depurate con quelle grezze provenienti da sistemi di accumulo (ad esempio dighe) per l’irrigazione delle colture destinate al consumo a crudo. Le modifiche apportate sono in linea con la normativa nazionale: restano infatti immutati i richiesti requisiti di qualità chimico-fisica e microbiologica dell’acqua in uscita dagli impianti di recupero. Con l’eliminazione del vincolo della miscelazione è possibile garantire, in alcuni casi, un risparmio della risorsa idrica grezza, particolarmente necessario considerati i fenomeni di siccità che si sono recentemente accentuati in Sardegna, ovvero rendere maggiormente disponibili, per l'utilizzo diretto, i volumi idrici delle acque reflue depurate. A questo, si aggiungono i risparmi sui costi che si sarebbero dovuti sostenere per realizzare le infrastrutture da utilizzare per la stessa miscelazione.
Commenti
13:05
Sarà l’occasione per accogliere un gruppo di amici di Monsignor Hemmerle provenienti dalla Germania per conoscere Alghero e i luoghi amati dal loro vescovo, e per raccontare i suggerimenti emersi dal laboratorio sociale
22/9/2018
«Valorizzazione del parco di Monte Ruiu grazie alla convenzione con Forestas», ha annunciato l´assessore regionale della Difesa dell´ambiente, dopo la firma della convenzione quinquennale
© 2000-2018 Mediatica sas