Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariCronacaCronaca › Sassari: funzionario dell´Agenzia delle entrate in manette
Red 12 gennaio 2018
Questa mattina, nel corso dell´operazione “Ruote pulite”, i finanzieri del Nucleo di Polizia economico-finanziaria della Guardia di finanza di Sassari hanno dato esecuzione a quattro ordinanze di custodia cautelare personale nei confronti di un funzionario dell’Agenzia delle entrate e della riscossione, di due coniugi, imprenditori, e di un prestanome
Sassari: funzionario dell´Agenzia delle entrate in manette


SASSARI - Questa mattina, nel corso dell'operazione “Ruote pulite”, i finanzieri del Nucleo di Polizia economico-finanziaria della Guardia di finanza di Sassari hanno dato esecuzione a quattro ordinanze di custodia cautelare personale disposte dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Sassari Michele Contini, su richiesta del sostituto procuratore Mario Leo, nei confronti di un funzionario dell’Agenzia delle entrate e della riscossione, di due coniugi, imprenditori, e di un prestanome. Nello specifico, agli imprenditori ed al funzionario è stata notificata la misura cautelare degli arresti domiciliari, mentre il prestanome è stato destinatario della misura interdittiva dell’obbligo di dimora.

Il provvedimento giudiziario trae origine da diverse attività di verifiche fiscali, condotte anche nei confronti di un soggetto fallito, dalle quali è emerso, in particolare, che gli imprenditori, noti operatori del settore degli autotrasporti, avevano posto in essere, con la costante e fattiva complicità del funzionario, un articolato sistema criminoso finalizzato ad evadere le imposte dirette e l’Iva ed a sottrarsi al pagamento delle stesse. Ciò avveniva attraverso la creazione e gestione occulta di alcune società di comodo utilizzate come cartiere per l’emissione di fatture per operazioni inesistenti, in capo alle quali far gravare ingenti debiti tributari.

Le società di comodo, intestate al prestanome, venivano poi svuotate di ogni utilità e fraudolentemente trasferite in Paesi extracomunitari, nel tentativo di sottrarle sia ad eventuali accertamenti fiscali, sia alle procedure fallimentari connesse anche ai pesanti debiti tributari. Inoltre, gli imprenditori avrebbero distrutto o occultato gran parte della contabilità delle società coinvolte nel sistema criminoso per rendere più difficoltosa la ricostruzione del ciclo d’affari e delle reali operazioni svolte. L’attività fraudolenta ha generato in capo agli imprenditori indagati profitti da reati, derivanti dai conseguenti risparmi d’imposta, per l’importo ricostruito di circa 7,7milioni di euro. Nel corso dell’esecuzione dei provvedimenti, sono state eseguite, oltre che diverse perquisizioni locali, le ordinanze di sequestro per equivalente dei beni mobili ed immobili, dei conti correnti delle persone indagate e delle società coinvolte, finalizzato alla successiva confisca delle somme che hanno costituito il profitto dei reati, coincidente coi predetti risparmi d’imposta.
Commenti
14:02
Venerdì pomeriggio, lo staff dell´Ispettorato micologico Ats Sardegna-Assl Sassari è intervenuto, in seguito alla chiamata dei sanitari dell´ospedale Santissima Annunziata, per analizzare un campione di funghi, la cui ingestione ha provocato una sindrome gastroenterica ad un paziente giunto al Pronto soccorso
12:44
Ieri, gli agenti del locale Commissariato di Pubblica sicurezza hanno rintracciato in una struttura ricettiva un 48enne emiliano denunciato come scomparso dalla sua compagna due giorni fa
11:58
Ieri sera, ad Olbia, tre persone a bordo di una Renault Scenic sono andate a sbattere contro un Peugeot. A quel punto, sono scappati. Nell´auto sono state trovate quattro mountain bike risultate rubate
21/6/2018
Ieri mattina, i Carabinieri della locale Stazione hanno chiuso un’indagine e hanno deferito in stato di libertà per il reato di ricettazione un 26enne. Gli accertamenti condotti dai militari hanno consentito di trovare giovane in possesso di un´Aprilia 125, che era stata rubata a Sassari
21/6/2018
Ieri pomeriggio, una 45enne turista olandese si è recata dai Carabinieri di Alghero per sporgere denuncia contro ignoti che poco prima, nella spiaggia di Porto Ferro, le hanno rubato dalla sua auto la propria borsa, lasciata incustodita, contenente un telefono cellulare IPhone 6S, una collana, un orologio, la carta di credito, il documento d’identità e 110euro in contanti
21/6/2018
Confermata la diffamazione per gli insulti fatti con l´utilizzo del social network. Condannato un insegnante algherese di 69 anni. Aveva diffamato pubblicamente la San Giuliano, nota azienda olearia di Alghero
21/6/2018
Nell’ambito dell’azione a tutela della spesa pubblica, le Fiamme gialle di Sanluri hanno individuato una persona che ha indebitamente usufruito di sovvenzioni statali nel settore sanitario
21/6/2018
Nell’ambito delle attività di contrasto all’evasione fiscale, le Fiamme gialle delle Tenenze di Sanluri e di Sarroch hanno concluso due verifiche fiscali nei confronti di due ditte individuali, con sede rispettivamente in un centro del Medio Campidano ed in uno del Basso Sulcis operanti, rispettivamente, nel settore del commercio di veicoli a due ruote ed in quello delle case vacanze e dei b&b
21/6/2018
Frode al bilancio nazionale per incentivi nel settore delle energie alternative. Eseguito dalla Guardia di finanza di Cagliari un provvedimento di sequestro conservativo della Corte dei conti nei confronti di un’azienda, a garanzia del credito erariale
21/6/2018
Ieri mattina, i Carabinieri della Stazione di Porto Rotondo, a conclusione di accertamenti effettuati con i colleghi dell´Ufficio Vigilanza edilizia del Comune di Olbia, hanno presentato alla Procura della Repubblica di Tempio Pausania un rapporto per un abusivismo edilizio in zone sottoposta a vincolo paesaggistico ed ambientale, a carico degli amministratori di una società
21/6/2018
A La Maddalena, una postazione informatica è stata posta sotto sequestro amministrativo ed è stata irrogata una sanzione pari, al massimo, a 20mila euro, mentre il titolare dell’esercizio è stato segnalato all’Ufficio dei Monopoli di Stato di Sassari
© 2000-2018 Mediatica sas