Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesardegnaEditorialiAeroporto › C´è la discontinuità, allacciarsi le cinture
12 luglio 2017
La probabile assegnazione delle rotte primarie coperte da oneri di servizio pubblico dal Riviera del Corallo per Roma e Milano alla compagnia rumena Blue Air apre nuovi scenari e alimenta qualche preoccupazione. Sarà comunque un'opportunità in attesa di Ct2 e bando sulla destagionalizzazione
C´è la discontinuità, allacciarsi le cinture


Riepilogando: Alitalia diserta il bando per la continuità lasciando di fatto scoperti i due collegamenti principali per l’isola, da Cagliari per Roma Fiumicino e Milano Linate e viceversa. Non si fanno tentare le low cost Easyjet e Ryanair nonostante molti autorevoli analisti, nel recente passato, lasciassero intendere ben altro interesse dei colossi europei che ormai gestiscono più della metà del traffico nazionale. Resiste, nella sua roccaforte Olbia dove ha il suo quartier generale, Meridiana. Mentre per Alghero c'è la sorpresa rumena Blue Air. Dalla Regione fanno sapere che il bando era molto ambizioso e prevedeva garanzie rinforzate per la Sardegna. Nessuna grande sorpresa insomma. «É stato ritenuto sostenibile da alcuni vettori per Alghero e Olbia ma non per Cagliari» hanno tagliato corto dall'assessorato regionale ai Trasporti, che adesso inizierà subito un giro di consultazioni con le compagnie aeree per capire le cause di questo disinteresse.

Una, cento, mille Blu Air nell'aeroporto di Alghero. Giusto per scansare ogni minimo dubbio sul fatto che, più compagnie scelgono di far casa ad Alghero, meglio è per tutti. In questo caso non è da escludere un motivo in più di rallegramento. La probabile assegnazione delle rotte primarie coperte da oneri di servizio pubblico dal Riviera del Corallo per Roma e Milano ai rumeni, potrebbe portare la compagnia ad aprire il secondo hub italiano, dopo Torino, proprio ad Alghero. Blue Air, con sede a Bucarest, è certamente in espansione. In attività dal 2004 con un management rinnovato nel dicembre 2013, ha 1200 dipendenti di cui 124 in Italia. Nel 2016 ha trasportato circa 3,5 milioni di passeggeri con l'obiettivo per il 2017 di raggiungere i 5 milioni di transiti. La flotta di Blue Air è composta da Boeing 737 di vari modelli, mentre gli hub aeroportuali su cui opera sono cinque: tra cui Bucarest e Torino appunto, dove sono di base cinque aeromobili sui 29 della flotta, operando anche con profitto l'Alghero-Torino, con cinque tratte settimanali.

Tutto bene e bello. Un po meno se il discorso lo si riconduce alla Continuità territoriale sarda, ossia ai 27.230.142 di euro destinati all'Alghero-Roma, e ai 19.870.257 euro previsti per l'Alghero-Milano. Investimento per garantire oneri di servizio pubblico a tariffa unica, 37 euro per le singole tratte da e per Roma e 47 euro per quelle da e per Milano, ovviamente e rigorosamente tasse escluse, abbattendo così il gap economico e sociale rappresentato dall'isola. Non è difficile infatti capire che, comunque la si pensi, e soprattutto per i sardi e i residenti algheresi, il disimpegno di Alitalia porterà un piccolo-grande passo indietro per i passeggeri. Almeno sul breve periodo, tutto da valutare nel medio.

Con Blue Air infatti, da Roma e Milano si può raggiungere con relativa comodità sopratutto la Romania, a cui si aggiungono comunque le principali mete europee servite da scali aeroportuali. Non è mistero che, l'assenza di interconnessione comunque garantita, da sempre, da Alitalia, era anche la forza territoriale del vettore italiano tanto osteggiato per il perenne ricorso ai salvagenti pubblici per volare. Insomma, l'ex compagnia di bandiera ha comunque una rete mondiale di collegamenti e Alghero, fino ad oggi, ne fa parte. E volente o no, per chi è obbligato a viaggiare con regolarità questo diventa di importanza fondamentale. Ciò significa prezzi certamente più economici sui doppi voli rispetto ai doppi biglietti obbligati con la discontinuità. E ancora: doppi check-in, doppie file in security e corse interminabili tra i diversi terminal dei grandi hub aeroportuali. Per dirla tutta, significa scomodità e qualche disagio. Morale: allacciarsi le cinture, con la certezza che Alghero è comunque caduta in piedi. Blue Air ha già dimostrato serietà e operatività apprezzabile. Con la speranza che i tasselli mancanti, Ct2 e destagionalizzazione, possano allargare il network e riportare lo scalo del Nord Sardegna a livelli che merita.
Commenti
12:31
Rete aeroportuale e Destination management organization, gestione organizzata di tutti gli elementi che compongono una destinazione, traffico aereo ed interventi infrastrutturali, sono gli argomenti trattati nell´incontro tenuto a Villa Devoto ieri mattina
© 2000-2017 Mediatica sas