Skin ADV
Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziecagliariSpettacoloConcerti › Musica: Omaggio al XX secolo a Pirri
Red 26 maggio 2017
Questa sera, il Teatro Leopardi ospiterà una doppia favola in musica firmata dallo Studium Canticum, con il ragazzo col violino, musicata da Andrea Basevi ed interpretata dal coro degli allievi delle classi della Scuola Primaria di Via Toti
Musica: Omaggio al XX secolo a Pirri


PIRRI - Una favola in musica per l'“Omaggio al XX secolo” firmato Studium Canticum: oggi (venerdì), alle ore 18 ed alle 19, al Teatro Leopardi, in Via della Resistenza, a Pirri, va in scena “Il ragazzo col violino”, deliziosa operina per piccolo ensemble, coro ed attori scritta da Roberto Piumini e musicata da Andrea Basevi, interpretata dal coro formato dagli allievi delle classi seconda A, seconda B, terza B, quarta B e quinta B della Scuola primaria di Via Toti e dai giovanissimi attori della CdR/la Compagnia dei Ragazzi di Cagliari diretta da Monica Zuncheddu. La colonna sonora della performance dei piccoli cantori ed attori sarà eseguita dal vivo da Manuele Pinna al pianoforte e da Luca Persico al violino, per una mise en scène curata ed avvincente della storia di Patrizio Sincero, che «abitava nel vento leggero» e viveva «libero e allegro come un capretto», finché una mattina sentì il desiderio di possedere (e suonare) un violino.

Inizia così il suo viaggio alla ricerca dell'ambito strumento, tra strani incontri con abili venditori ed animali parlanti, una brigantessa, musicisti, guardie, per giungere infine al cospetto di un re e della figlia, la principessa Misterina, capricciosa, ma sensibile al fascino delle note. Un racconto fatto di parole e musica, ad evocare l'atmosfera animata del mercato, le inquietudini della notte, la solitudine del cammino e l'allegria di una festa: le voci si sovrappongono e si intrecciano nella rappresentazione dei diversi “quadri”. Le avventure di Patrizio si inseriscono nella dimensione fantastica della fiaba, tra rito di passaggio, con il superamento di difficili prove grazie all'aiuto di un pappagallo davvero speciale ed elementi del mondo magico e soprannaturale, con tutti i simbolismi legati al potere della musica, e ad uno strumento come il violino. Uno spettacolo raffinato e coinvolgente, in cui i giovanissimi artisti daranno corpo e voce ai protagonisti ed ai numerosi personaggi della vicenda secondo una rigorosa partitura musicale, recuperando l'idea del gioco, per un prezioso, ma soprattutto “ludico”, divertissement.

L'ensemble vocale riunisce gli allievi di cinque classi della Scuola Primaria e si inserisce nel solco di una feconda tradizione di pedagogia musicale pensata per i bambini fin dai primi anni d'età (nelle forme e nei modi più adatti, e sempre nello spirito del gioco) portata avanti dall'associazione Studium Canticum e dalla direttrice di coro Stefania Pineider. Una filosofia, o meglio una “poetica”, che fa del “cantare insieme” un'esperienza fondamentale per la crescita individuale e per l'educazione all'arte ed alla bellezza. Sul palco, insieme ai piccoli cantori, i giovanissimi attori de La Compagnia dei Ragazzi, fondata e diretta dall'attrice e regista Monica Zuncheddu nel 2004, a partire dall'idea di un teatro non solo “per”, ma anche “di” bambini. «La Compagnia dei Ragazzi è un ensemble stabile, strutturato come un normale gruppo teatrale professionale tranne per il fatto che i suoi componenti hanno un'età compresa tra i sei e i diciassette anni - spiega l'artista cagliaritana - I giovani attori vengono suddivisi in sezioni, nelle quali la modalità lavorativa si diversifica a seconda delle fasce d'età. L'attività costante della compagnia è condotta con modalità originali e innovative e con il principale obiettivo di fornire strumenti di tecnica teatrale senza alterare però la natura ludica dell'attività, né di travisarne gli obiettivi didattici. Allo scadere dell'età è previsto il turnover dei piccoli attori facendo si che la compagnia si arrichisca ogni anno di nuove piccole personalità dando un forte contributo a tutta quella che è l'attività interna di una "vera" compagnia teatrale».
Commenti
30/5/2019
Durante la serata sarà protagonista la musica d’organo grazie a Giovanni Solinas, artista algherese che vive e lavora in Germania. In programma anche "Benvenuto in Musica" dei Cantori della Resurrezione diretti dal maestro Fabio Fresi
© 2000-2019 Mediatica sas