Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariPoliticaSicurezza › Sassari: da Italia Unica un documento sulla sicurezza
A.B. 25 marzo 2016
Mercoledì, il partito ha tenuto una tavola rotonda dedicata al tema. Servono più controlli e strumenti per le Forze dell’ordine e la polizia municipale. «Il sindaco Sanna provveda a sollecitare il Governo», è stato richiesto
Sassari: da Italia Unica un documento sulla sicurezza


SASSARI - Italia Unica si rivolge direttamente al sindaco Nicola Sanna e chiede che anche Sassari inoltri al Governo un documento con il quale si propone una serie di iniziative a favore della sicurezza nelle città italiane. In particolare, si domanda la previsione di finanziamenti specifici per progetti degli enti locali riguardanti le iniziative di sicurezza e qualità urbana quali: infrastrutture (illuminazione, videosorveglianza nei luoghi pubblici e sui mezzi di trasporto, presidi); un pacchetto rosa per la sicurezza delle donne (parcheggi riservati a mamme con bambini piccoli in aree sorvegliate ed illuminate); progetti per il decoro urbano e la riqualificazione delle aree degradate; progetti di prevenzione legati all’aumento dei fenomeni di disagio e di devianza (uso di sostanze stupefacenti, bullismo, incidenti correlati all’abuso di alcol). Inoltre, si chiede di potenziare la collaborazione tra Polizia Municipale e Forze dell’ordine con piani coordinati sul territorio, rimodulando la presenza del poliziotto e del carabiniere di quartiere, con procedure più efficaci nel caso di interventi nella flagranza dei reati, estendendo alla Polizia Municipale alcuni poteri di polizia sui reati minori e la sicurezza urbana ed introducendo una nuova disciplina più semplice sulla concessione della residenza e relativamente al contrasto del degrado, del sovraffollamento urbanistico e delle locazioni irregolari.

Inoltre, per la Sardegna si richiede l’estensione del progetto “Strade Sicure”, con un presidio dell’Esercito Italiano per controllare i territori a rischio. Serve poi potenziare l’organico della Polizia Municipale, ampliando le dotazioni di uomini e mezzi per contrastare la crescente criminalità: ci vogliono pattuglie fisse in tutti i quartieri di Sassari, nei parcheggi pubblici, nei parchi e in tutti i luoghi dove è più frequente lo stazionamento di vagabondi e parcheggiatori abusivi. Una misura utile al riguardo consisterebbe nel coinvolgere con funzione di controllo e non di intervento, dopo una debita formazione, alcuni volontari tra gli immigrati più responsabili e meglio inseriti. «Chiediamo anche di fornire un dettagliato resoconto riguardo al numero di immigrati giunti nella nostra città e nella nostra regione nel biennio 2014-2015, di quanti fra loro sono donne, uomini e bambini, dei costi che il Comune sostiene per il loro mantenimento, indicare le risorse dalle quali sono attinti i fondi destinati allo scopo e da ultimo indicare quali sono i progetti di inserimento ed integrazione degli stranieri e quali risultati hanno prodotto sino ad ora». Il documento è stato discusso ed approvato lunedì, in occasione della riunione del Coordinamento Regionale di Italia Unica.

Di sicurezza, ma anche di altri temi quali trasporti, sanità, piste ciclabili e politiche amministrative della Giunta Comunale, si è invece discusso mercoledì sera, all’Hotel Carlo Felice di Sassari, alla presenza del coordinatore regionale Tore Piana, del coordinatore provinciale Gianfranco Meazza, del coordinatore di Sorso e Sennori Giovanni Senes e del dirigente Gianni Pandino, con una tavola rotonda aperta agli altri dirigenti regionali di Italia Unica (tra cui il vicesegretario regionale Mauro Oggiano e il coordinatore di Alghero Leonardo Correddu), a militanti e simpatizzanti. «Organizzeremo a breve altre tavole rotonde, sempre su questi temi - ha rimarcato Piana - La discussione continua. Noi abbiamo avanzato alcune proposte che ci sembrano attuali. Sta alla politica dare risposte».
Commenti
12:06
«Non si tratta più di progetti di accoglienza, ma è diventata una vera e propria invasione». Il capogruppo dell’Udc in Consiglio regionale Gianluigi Rubiu taglia corto sull’arrivo a Cagliari dei 900 profughi
23/3/2017
«La Regione punta su un modello di accoglienza diffusa sul territorio. Anci e Ministero degli Interni hanno sottoscritto un Protocollo d’intesa che noi condividiamo. E’ la strada giusta per garantire ai migranti una vera ospitalità e reali opportunità di integrazione». Lo ha dichiarato l’assessore regionale degli Affari generali con delega all’immigrazione Filippo Spanu, che ha seguito sulla banchina del Molo Ichnusa le operazioni di primo soccorso ed assistenza ai migranti sbarcati oggi nel porto di Cagliari
23/3/2017
La nave norvegese Siem Pilot è attraccata questa mattina nel molo Ichnusa. A bordo, 740 uomini, 102 donne (di cui otto in stato di gravidanza) e 58 minorenni. Dopo le operazioni di prassi, verranno trasferiti nei centri di accoglienza sardi
22/3/2017
La nave norvegese Siem Pilot, con a bordo 897 migranti, e sulla quale è presente anche un cadavere, domani mattina approderà al molo Ichnusa
22/3/2017
«Chi guadagna dal traffico di esseri umani? Una volta per tutte Pigliaru si opponga alla trasformazione della Sardegna in una terra di confino», chiede il vicecapogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale Marco Tedde, dopo la notizia di un nuovo arrivo di circa novecento migranti nell´Isola
23/3/2017
Questa mattina, i Carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della locale Compagnia, insieme ad un artificiere dei Cacciatori di Sardegna di stanza ad Abbasanta, hanno fatto brillare una bomba a mano trovata dietro un muretto a secco
22/3/2017
In programma martedì una Full Scale parziale, che vedrà impegnato il sistema della Protezione civile del Comune di Alghero, l’Aeronautica militare e le associazioni di volontariato
23/3/2017
La Protezione civile del Comune di Alghero si è dotata di due defibrillatori e dell’attrezzatura di primo soccorso che, in caso di necessità, costituiranno presidio operativo a garanzia dei cittadini
© 2000-2017 Mediatica sas