Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariCronacaSanità › «San Giovanni Battista, pronti ad azioni eclatanti»
Red 20 marzo 2016
E’ assurdo che a fronte di tanti sprechi l’azienda sanitaria non riesca ad individuare le risorse per pagare padri di famiglia, persone oneste che fanno il loro dovere ogni giorno e che attendono lo stipendio da mesi» afferma la Segretaria territoriale dell’FSI Mariangela Campus
«San Giovanni Battista, pronti ad azioni eclatanti»


PLOAGHE - «La situazione è ormai insostenibile, se la Asl non si deciderà a risolvere una volta per tutte il problema dei lavoratori del San Giovanni Battista di Ploaghe e di quelli della rsa Matida saremmo pronti ad azioni eclatanti e a seguire le vie legali denunciando tutto nelle sedi opportune. E’ assurdo che a fronte di tanti sprechi l’azienda sanitaria non riesca ad individuare le risorse per pagare padri di famiglia, persone oneste che fanno il loro dovere ogni giorno e che attendono lo stipendio da mesi. Le autorità competenti presto saranno informate nel dettaglio di questa situazione scandalosa» afferma la Segretaria territoriale dell’FSI Mariangela Campus.

A seguito della Legge 32 del 03/12/2015 e della modifica del regolamento di attuazione della Legge 23/2005, i dipendenti della Fondazione San Giovanni Battista passeranno definitamente alla ASL. «Se la politica regionale avesse dimostrato i giusti equilibri politici e buona volontà – spiega la Campus – tutto questo si poteva concretizzare anni fa e si sarebbe evitato l'incremento del debito pubblico scongiurando l'aumento esponenziale della sofferenza dei lavoratori ai quali è stato negato il diritto al salario. La situazione è realmente grave e i lavoratori e le loro famiglie stanno attraversando giorni difficili e travagliati per la mancanza di salario e certezze».

«L'Assessore regionale deve intervenire con urgenza anche per quelli della Società Matida S.r.l. proprietaria del R.S.A. Matida in Sassari, che non riesce a retribuire regolarmente i dipendenti a causa – affermano - del continuo ritardo nei pagamenti da parte della Asl». «La mensilità di gennaio 2016 è stata corrisposta ai lavoratori i primi di marzo e non si hanno date definite per il pagamento della mensilità di febbraio che per contratto deve essere erogata ai lavoratori entro il 10 del mese successivo a quello di maturazione e quindi il 10/03/16». Sollecitiamo quindi la Asl a reperire urgentemente le somme per il saldo degli stipendi altrimenti ci rivolgeremo alla magistratura, conclude la Segretaria territoriale dell’FSI Mariangela Campus.
Commenti
24/9/2016
Martedì mattina, la bambina, ricoverata all´ospedale Santissima Annunizata di Sassari, è stata trasportata a bordo di un Falcon 900 Easy, per poi essere trasferita all’ospedale Meyer di Firenze
24/9/2016
«Da Zavattaro a Moirano, Pigliaru conferma scelta su manager non sardo», sottolinea il coordinatore regionale Ugo Cappellacci. «Nomina manager non fa chiarezza sul caos politico», rilancia il capogruppo forzista in Consiglio Regionale Pietro Pittalis
24/9/2016
Con la nomina di Fulvio Moirano alla guida dell’Azienda per la tutela della salute si mette finalmente la parola fine sull’imbarazzante telenovela che ha accompagnato la fase preliminare all’accorpamento delle attuali Asl in un’unica azienda regionale. L’Ats, purtroppo, nasce zoppa per colpa dei partiti del Centrosinistra, che hanno man mano svuotato di contenuti l’idea di Asl unica regionale avanzata per la prima volta dai Riformatori. Con queste premesse, è lecito essere scettici sui risultati che la riforma sarà in grado di produrre
© 2000-2016 Mediatica sas