Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariCronacaSanità › «San Giovanni Battista, pronti ad azioni eclatanti»
Red 20 marzo 2016
E’ assurdo che a fronte di tanti sprechi l’azienda sanitaria non riesca ad individuare le risorse per pagare padri di famiglia, persone oneste che fanno il loro dovere ogni giorno e che attendono lo stipendio da mesi» afferma la Segretaria territoriale dell’FSI Mariangela Campus
«San Giovanni Battista, pronti ad azioni eclatanti»


PLOAGHE - «La situazione è ormai insostenibile, se la Asl non si deciderà a risolvere una volta per tutte il problema dei lavoratori del San Giovanni Battista di Ploaghe e di quelli della rsa Matida saremmo pronti ad azioni eclatanti e a seguire le vie legali denunciando tutto nelle sedi opportune. E’ assurdo che a fronte di tanti sprechi l’azienda sanitaria non riesca ad individuare le risorse per pagare padri di famiglia, persone oneste che fanno il loro dovere ogni giorno e che attendono lo stipendio da mesi. Le autorità competenti presto saranno informate nel dettaglio di questa situazione scandalosa» afferma la Segretaria territoriale dell’FSI Mariangela Campus.

A seguito della Legge 32 del 03/12/2015 e della modifica del regolamento di attuazione della Legge 23/2005, i dipendenti della Fondazione San Giovanni Battista passeranno definitamente alla ASL. «Se la politica regionale avesse dimostrato i giusti equilibri politici e buona volontà – spiega la Campus – tutto questo si poteva concretizzare anni fa e si sarebbe evitato l'incremento del debito pubblico scongiurando l'aumento esponenziale della sofferenza dei lavoratori ai quali è stato negato il diritto al salario. La situazione è realmente grave e i lavoratori e le loro famiglie stanno attraversando giorni difficili e travagliati per la mancanza di salario e certezze».

«L'Assessore regionale deve intervenire con urgenza anche per quelli della Società Matida S.r.l. proprietaria del R.S.A. Matida in Sassari, che non riesce a retribuire regolarmente i dipendenti a causa – affermano - del continuo ritardo nei pagamenti da parte della Asl». «La mensilità di gennaio 2016 è stata corrisposta ai lavoratori i primi di marzo e non si hanno date definite per il pagamento della mensilità di febbraio che per contratto deve essere erogata ai lavoratori entro il 10 del mese successivo a quello di maturazione e quindi il 10/03/16». Sollecitiamo quindi la Asl a reperire urgentemente le somme per il saldo degli stipendi altrimenti ci rivolgeremo alla magistratura, conclude la Segretaria territoriale dell’FSI Mariangela Campus.
Commenti
2/12/2016
Accordo sulle progressioni salariali per i lavoratori della Asl di Carbonia-Iglesias. Oggi pomeriggio, è stato firmato l´accordo tra Regione Autonoma della Sardegna ed i sindacati
2/12/2016
Il Policlinico Duilio Casula è tra i nove migliori centri a livello europeo: durante la giornata l´equipe del professor Roberto Puxeddu ha operato con successo tre pazienti
© 2000-2016 Mediatica sas