Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariSpettacoloTeatro › Domenica di teatro a Sassari
A.B. 18 marzo 2016
In programma alle ore 18, Un brutto bruttissimo anatroccolo, della Compagnia Aida di Verona, per Famiglie a teatro 2015-2016, 26esima stagione di teatro per ragazzi al Teatro Ferroviario di Sassari
Domenica di teatro a Sassari


SASSARI - Prosegue la stagione di teatro per ragazzi Famiglie a teatro, organizzata dalla compagnia La Botte e il Cilindro. Domenica 20 marzo, alle ore 18, va in scena Un brutto bruttissimo anatroccolo, della compagnia Fondazione Aida di Verona. Uno spettacolo nel quale si mescolano lavoro di attore e narrazione, oggetti animati e canzoni e nel quale gli attori in scena racconteranno la storia del Brutto Anatroccolo proprio come l’ha inventata Andersen.

A chi non è capitato di sentirsi un brutto anatroccolo? La favola di Andersen contiene un impressionante elemento di attualità: la diversità discriminata. Nella versione della compagnia Aida nella celebre fiaba dell’autore danese, si incontrano in scena tre strani personaggi, tutti in qualche modo un po’ “brutti” e un po’ “diversi”: il narratore (Pietro, un po’ grasso ed impacciato), un celeberrimo pianista (il Professor Pianissimo de Pianis, che piange come un bambino quando si arrabbia) ed il suo aiutante Mandracche. Tutti hanno qualche difettuccio da nascondere. E forse per questo hanno la pessima abitudine di offendere e prendere in giro il prossimo.

Ma nonostante tutto, riescono a trovare un accordo per raccontare una bellissima favola. La regia dello spettacolo è di Pino Costalunga, con Matteo Mirandola, Stefania Carlesso, Andrea Dellai, Tecnico audio/luci: Simone Meneghelli ed Andrea Venturelli. Lo spettacolo è consigliato ai bambini di età dai cinque anni in poi. Il biglietto costa 8euro (5euro ridotto). Per ulteriori informazioni e prenotazioni, si può inviare una e-mail all'indirizzo web bigliettibottecilindro@gmail.com.
Commenti
© 2000-2016 Mediatica sas