Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariCronacaSanità › «Gravi carenze in Pronto Soccorso»
Red 13 marzo 2016
Lo dichiara la Segretaria sassarese dell´FSl Mariangela Campus. Dura lettera indirizzata al Commissario Straordinario, al Direttore Sanitario e alla responsabile del Servizio Professioni Sanitarie. «Per evitare lo sfascio completo sono necessari interventi urgenti per tutelare gli utenti e salvaguardare lo stesso personale»
«Gravi carenze in Pronto Soccorso»


SASSARI - «Al Pronto Soccorso esiste un forte squilibrio fra i pesanti carichi di lavoro e l'esiguo personale infermieristico. Una situazione insostenibile che prelude allo sfascio completo di un servizio che è perno essenziale per il funzionamento della sanità della città e di tutto il territorio». Lo dichiara la Segretaria territoriale dell'FSl Mariangela Campus. Nella dura lettera indirizzata al Commissario Straordinario, al Direttore Sanitario e alla responsabile del Servizio Professioni Sanitarie I'FSI chiede un intervento urgente per «porre in essere tutte quelle misure necessarie a salvaguardare e tutelare utenti del Pronto Soccorso e personale che, viste le pesanti condizioni lavorative, non riesce a garantire appieno un'assistenza idonea e congrua a tutti i pazienti».

Il sindacato evidenzia che la carenza di organico «concorre a dilatare i tempi di attesa nel Pronto Soccorso e provoca il conseguente sovraffollamento della struttura creando tensioni tra dipendenti e pazienti tanto che la cronaca dei quotidiani locali riportano questi fatti come eclatante esempio di malasanità e violazione dei diritti dei cittadini». Le Linee-guida sul sistema di emergenza sanitaria e sul Triage intraospedaliero emanate dal Ministero della Salute in accordo con Regioni e Province Autonome (Accordo 25.10.2001, GU Serie Generale n.285 del 7.12.2001) parlano chiaro: nei Pronto Soccorso con affluenza superiore a 25.000 accessi l'anno il triage deve essere svolto da infermieri dedicati a tale funzione in maniera esclusiva. A Sassari si possono contare circa 48.000 accessi l'anno (come nel 2015 appena passato) e, pertanto, bisognerebbe avere due infermieri dedicati nel triage e quattro infermieri negli ambulatori per turno in modo tale da garantire consoni livelli assistenziali e un giusto clima lavorativo sereno organizzato al meglio. Attualmente vi sono solo due o tre infermieri negli ambulatori e uno nel triage.

«È palese che l'organico è del tutto inadeguato e insufficiente per i bisogni assistenziali dell'utenza e non può far fronte a carichi di lavoro che crescono di giorno in giorno. Si rischia di creare situazioni di tensione che possano portare errori e conseguenti denunce ed anche episodi aggressivi da parte dei pazienti che si ritrovano in situazioni di estenuante attesa e affollamento» sottolinea ancora Mariangela Campus. «Si sollecitano quindi urgenti azioni per colmare rapidamente i vuoti in dotazione organica per assicurare ai dipendenti un ambiente di lavoro sereno in cui siano garantiti i diritti contrattualmente definiti (ferie, riposi compensativi, recupero psicofisico) ed evitare disservizi e carenze assistenziali» conclude la Segretaria territoriale dell'FSl.
Commenti
18:41
Il capogruppo dei Riformatori sardi per l’Europa Attilio Dedoni commenta la manifestazione in difesa della sanità convenzionata che si è tenuta ieri mattina davanti alla sede dell’Assessorato regionale alla Sanità
20/6/2017
«Nessun taglio alle risorse, ma indirizzi per tutelare tutti i territori», questo quanto dichiarato dall´assessore della Sanità Luigi Arru, durante l´incontro con una delegazione dei rappresentanti dei centri di riabilitazione che questa mattina hanno manifestato davanti alla sede dell’Assessorato
20/6/2017
«Nuovi modelli organizzativi su misura per i territori», ha commentato l´assessore regionale della Sanità, accompagnato dal direttore generale dell´Ats
20/6/2017
In aula ad Alghero i consiglieri regionali del territorio Augusto Cherchi, Pier Mario Manca, Salvatore Demontis, Luigi Lotto e Marco Tedde. Assenti giustificati solo l´assessore Arru e il presidente Ganau. Tutti gli altri consiglieri "non pervenuti"
19/6/2017
Due medici presteranno servizio all’Asinara ma solo per il periodo estivo. La decisione è scaturita durante la riunione di questa mattina nella sede dell’Ente Parco per condividere le modalità di attuazione del servizio medico temporaneo sull’isola
© 2000-2017 Mediatica sas