Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariOpinioniSanitàAl San Giovanni Battista lavoratori allo stremo
Marco Tedde 29 febbraio 2016
L'opinione di Marco Tedde
Al San Giovanni Battista lavoratori allo stremo


E’ trascorso un mese dall'approvazione del Regolamento attuativo della norma di legge che tra le altre cose prevede il passaggio della Fondazione San Giovanni Battista alla Asl n. 1, ma ancora non abbiamo notizia dell’emanazione del necessario Decreto del Presidente della Regione. E’ veramente doloroso percepire lo stato di confusione e di incertezza della Giunta regionale in relazione a questa atavica problematica che impedisce al percorso di assorbimento della Fondazione San Giovanni Battista da parte della Asl di Sassari di muovere significativi passi avanti.

Prosegue lo stato di paralisi amministrativa della Fondazione, aggredita dai creditori e nel contempo si protrae l’inadempienza dei Comuni e della Asl nei confronti della agonizzante Fondazione. Così come permane l’impossibilità della San Giovanni Battista di provvedere al pagamento dei fornitori, -che stanno attraversando anch’essi un momento di grande difficoltà- ma anche dell’Inps e di Equitalia. Ed è paradossale che dal mese prossimo non potranno essere pagate la fornitura di energia elettrica e si sta rischiando anche di non ottenere più credito per il gasolio da riscaldamento. Ma ciò che desta vero allarme sociale è che oggi i lavoratori maturano sette mensilità di retribuzione.

Una situazione inaccettabile che riduce allo stremo le famiglie dei lavoratori che non hanno neanche i minimi mezzi di sussistenza e non riescono a pagare le bollette delle forniture e ad onorare i loro debiti. Non è credibile che una Regione che salva le poltrone dei Commissari delle Asl e consente all’interno delle ASL stesse sprechi ed inefficienze che negli ultimi mesi hanno creato un deficit di oltre 250 milioni, non riesca neanche a trovare le risorse per dare a questi lavoratori almeno un acconto sulle sette mensilità dovute. Invitiamo per l’ennesima volta Pigliaru e la Giunta Regionale ad affrontare col necessario impegno quello che oramai è diventato un vero e proprio dramma sociale.

* consigliere regionale Forza Italia
Commenti
22/7/2016
L´isola è la prima ad aver recepito l’intesa della Conferenza delle Regioni sui percorsi diagnostici terapeutici assistenziali per persone con malattie infiammatorie croniche dell´intestino e malattie reumatiche infiammatorie ed autoimmuni
22/7/2016
Quanti, al 31 dicembre 2015, erano in possesso del riconoscimento di handicap grave, potranno inoltrare istanza per la predisposizione di un piano personalizzato di sostegno
22/7/2016
«Il mancato pagamento delle prestazioni dell’Aias da parte delle aziende sanitarie regionali sta creando sconcerto e sconforto in 1240 dipendenti qualificati che lavorano nelle 43 strutture regionali e che aspettano cinque mensilità di retribuzione», dichiara Marco Tedde, vicecapogruppo di Forza Italia in Consiglio Regionale
22/7/2016
Nel giro di qualche settimana la rete sarà costituita dai presidi di soccorso e in totale da 11 defibrillatori posizionati in punti strategici della città e delle frazioni
21/7/2016
La denuncia è del coordinatore regionale dei Riformatori sardi, Michele Cossa, che annuncia la presentazione di un’interrogazione urgente in Consiglio regionale
22/7/2016
Quella che era una bandiera della giunta regionale è ormai un drappo lacerato dalla guerra tra le comari eccellenti del PD sardo e del centro-sinistra in generale. Si mira solo a porre il sistema sanitario sotto uno stretto controllo delle camarille politiche, con il copia e incolla di un modello già sperimentato e fallito in altre Regioni
21/7/2016
Lo ha dichiarato Stefano Tunis, consigliere regionale di Forza Italia, commentando il cospicuo numero di emendamenti presentato dalla giunta Pigliaru e dalla maggioranza
© 2000-2016 Mediatica sas