Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariCronacaCronaca › Processo Al Qaeda a Sassari. La difesa: «Intercettazioni errate»
A.B. 26 febbraio 2016
«Le intercettazioni su cui fonda il processo a carico degli undici pakistani arrestati nell´aprile 2015 ad Olbia e in altre parti d´Italia, accusati di aver costituito una cellula di Al Qaeda, sono errate», dichiara il capo della comunità pakistana di Olbia
Processo Al Qaeda a Sassari
La difesa: «Intercettazioni errate»


SASSARI - «Le intercettazioni su cui fonda il processo a carico degli undici pakistani arrestati nell'aprile 2015 ad Olbia e in altre parti d'Italia, accusati di aver costituito una cellula di Al Qaeda, sono errate. Il ricorso a un dialetto anziché un altro nel corso della traduzione ha generato un grande fraintendimento».

Questa la posizione ribadita al termine di un'udienza durata cinque ore da Sultan Wali Khan, 40enne capo della comunità pakistana di Olbia e figura centrale del processo [LEGGI], accusato tra l'altro di essere tra gli organizzatori dell'attentato terroristico di Peshawar, in Pakistan, in cui il 28 ottobre 2009 morirono cento persone. Di fronte alla Corte d'Assise, riunita nell'aula bunker realizzata ad hoc nel carcere sassarese di Bancali, Khan ha chiesto e ottenuto (così come il 44enne pakistano Hafiz Muhammad Zulfikal, altro personaggio di spicco della vicenda) di poter rendere dichiarazioni spontanee, ribadendo la convinzione che la rilettura delle intercettazioni permetterà di dimostrare l'inconsistenza dell'intero impianto accusatorio.

Dopo la relazione introduttiva fatta lo scorso 16 gennaio dal sostituto procuratore della Direzione distrettuale antimafia di Cagliari, Danilo Tronci, che ha ricordato i fatti in giudizio ed i capi di imputazione, l'udienza odierna, la terza, ha per protagonista la testimonianza del dirigente della Digos di Sassari Mario Carta, che ha coordinato l'attività investigativa. Secondo l'indagine della Dda di Cagliari e della Digos di Sassari, basata anche su rogatorie internazionali, la cellula con base operativa ad Olbia avrebbe pianificato attentati fra il 2008 e il 2010 in Pakistan e in Italia.
Commenti
20:21
Nell´ambito delle attività di contrasto all´evasione fiscale, le Fiamme gialle del locale Gruppo hanno condotto una verifica fiscale nei confronti di un professionista del Cagliaritano operante nel settore della progettazione edilizia
11:24
CasaPound comunica l’inizio della raccolta firme per chiedere all’amministrazione comunale di Alghero un’ordinanza contro l’accattonaggio. Fabio Corrias: È inaccettabile che l´amministrazione cittadina continui a far finta di non vedere
9/12/2017
Nell´ambito dell´azione a tutela delle entrate ed a contrasto dell´evasione fiscale, le Fiamme gialle di Cagliari hanno concluso tre verifiche fiscali nei confronti di altrettante società
© 2000-2017 Mediatica sas