Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariCronacaCronaca › Sassari: scoperta attività di bracconaggio
A.B. 20 febbraio 2016
Nei giorni scorsi, gli agenti della Squadra Mobile della locale Questura hanno notificato alcuni avvisi di conclusione delle indagini preliminari nei confronti di cinque sassaresi già noti alle Forze dell´ordine
Sassari: scoperta attività di bracconaggio


SASSARI - Nei giorni scorsi, gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Sassari, al termine di una lunga e complessa attività investigativa, hanno notificato alcuni avvisi di conclusione delle indagini preliminari nei confronti di cinque sassaresi (un 31enne, un 24enne, un 30enne, un 36enne ed un 60enne) già noti alle Forze dell'ordine. Gli avvisi di conclusione delle indagini preliminari notificati agli indagati, si riferiscono a fatti accertati nell’ambito delle indagini avviate dopo la rapina a mano armata del 26 agosto 2013 nella gioielleria Bartoletti di Sassari, a seguito delle quali vennero arrestate diverse persone, fra le quali il 31enne ed il 24enne.

L’attività investigativa ha consentito di accertare che le persone sottoposte ad indagini, in concorso fra loro e con ruoli diversi, erano dedite alla pratica del bracconaggio, attività che, dal punto di vista penalistico, concretizza il cosiddetto “furto venatorio”. I bracconieri prediligevano la cattura di cinghiali, lepri e conigli, che poi provvedevano a vendere, nonostante l’assoluta mancanza di controlli sanitari. Durante la dissennata attività, gli indagati hanno abbattuto diversi esemplari appartenenti a specie protette, in particolare rapaci notturni destinati ad essere impagliati.

La cattura delle prede è stata attuata con l’utilizzo di armi da fuoco che, peraltro, venivano utilizzate lungo strade pubbliche, spesso sparando dall’interno della macchina che gli indagati utilizzavano per raggiungere le zone di caccia. I bracconieri, oltre all’agro ed alle immediate periferie della città, battevano assiduamente le strade della Gallura. Per questo, il pubblico ministero che ha coordinato le indagini (il sostituto procuratore della Repubblica Carlo Scalas) ha contestato ad alcuni degli indagati anche il reato di porto illegale di armi da fuoco.
Commenti
24/6/2017
«Ieri pomeriggio intorno alle 14.30, si è reso necessario l’invio d’urgenza di un detenuto di nazionalità italiana presso il vicino pronto soccorso per aver ingerito plexiglass tanto che una volta giunti in ospedale è stato necessario che lo stesso venisse sottoposto ad intervento chirurgico», denuncia il segretario generale aggiunto dell’Osapp Domenico Nicotra
23/6/2017
Inchiesta clamorosamente ridimensionata. Revocate le misure cautelari nei confronti di Antonello Usai, Giansalvo Mulas e Giancarlo Chessa. Annullate quelle di Antonello Cuccureddu ed Efisio Balbina. Accolte tutte le richieste dei legali
23/6/2017
Mercoledì pomeriggio, gli agenti del Commissariato di Pubblica sicurezza di Tortolì sono intervenuti per un litigio tra due uomini fra due africani e due 21enni ogliastrini, residenti a Tortolì ed a Villagrande
© 2000-2017 Mediatica sas