Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariCronacaCronaca › Assenteismo sul posto di lavoro. Condannati 7 dell’Ente Foreste
A.B. 18 febbraio 2016
La Guardia di Finanza di Sassari ha concluso un’operazione in materia di assenteismo: condannati sette dipendenti dell’Ente Foreste di Sassari per truffa ai danni dello Stato, nonché per avere contravvenuto alle norme generali sul lavoro per i dipendenti pubblici
Assenteismo sul posto di lavoro
Condannati 7 dell’Ente Foreste


SASSARI - La Guardia di Finanza di Sassari ha concluso un’operazione in materia di assenteismo: condannati sette dipendenti dell’Ente Foreste di Sassari per truffa ai danni dello Stato, nonché per avere contravvenuto alle norme generali sul lavoro per i dipendenti pubblici. Le Fiamme Gialle hanno proceduto ad un’attività di polizia giudiziaria tesa a monitorare i movimenti dagli uffici in cui risultavano impiegati gli indagati. L’osservazione ed il riscontro fattuale di quanto avveniva all’interno dell’Ente ha costituito il presupposto per acquisire la documentazione di supporto relativa alla disciplina delle assenze: sono stati acquisiti i dettagli riferiti ai fogli di presenza di ogni dipendente (per un totale di 46 unità), alle richieste di permesso, alla corrispondenza intercorsa tra il personale ed i funzionari.

Le indagini dei militari del Nucleo di Polizia Tributaria di Sassari, coordinate da sostituto procuratore della Procura della Repubblica di Sassari Mario Leo, hanno preso il via dopo una denuncia del direttore pro tempore dello stesso Ente, che segnalava assenze ingiustificate dal lavoro. Così, i finanzieri hanno messo sotto controllo i dipendenti dell'Ente in servizio negli uffici di Via Roma scoprendo che in sette, “ripetutamente in ritardo sul luogo di lavoro, si sarebbero allontanati dallo stesso nel corso dell’orario giornaliero previsto dal contratto e di aver più volte anticipato l’uscita”.

Le indagini, anche di natura tecnica, hanno quindi evidenziato un contesto di illecite procedure inerenti la timbratura dei cartellini di presenza giornaliera da parte dei sette dipendenti pubblici. Le Fiamme Gialle hanno elaborato i dati, comparandoli con quanto cristallizzato attraverso le intercettazioni video e gli appostamenti eseguiti. In particolare, cinque si assentavano dal posto di lavoro in modo prolungato ed ingiustificato, più volte al giorno, per recarsi in locali pubblici o per semplici passeggiate; gli altri due, invece, attestavano falsamente i permessi di entrata/uscita. Per cinque di essi è stata notificata l’applicazione della misura cautelare della sospensione dall’esercizio del pubblico ufficio. L’attività svolta attesta l’impegno della Guardia di Finanza ad individuare comportamenti illeciti che possono cagionare aggravi di spesa e conseguenti danni all’Erario.
Commenti
18/1/2017
Nel tardo pomeriggio di ieri, gli agenti della Sezione Volanti ha denunciato in stato di libertà per tentato furto un giovane, già noto alle Forze dell´ordine, residente in un centro dell’hinterland sassarese
19/1/2017
L´inchiesta risale al 2012 ed è legata alla contestata terapia ideata dal neurologo Giuseppe Dore, di 46 anni, di Ittiri. Le accuse sono di associazione a delinquere finalizzata alla truffa, abuso d´ufficio, maltrattamenti, lesioni, sequestro di persona e omicidio colposo
12:09
I militari della Tenenza della Guardia di finanza, hanno scoperto una truffa milionaria ai danni della Comunità europea per contributi pubblici indebitamente percepiti da un´impresa di Portoscuso
11:22
Per la seconda volta nel giro di pochi mesi, l´abitazione di un 42enne di iglesias, in località Sa Stoia, è stata obiettivo di alcuni colpi d'arma da fuoco sparati contro la porta e la finestra
18/1/2017
A bordo del traghetto attraccato a Livorno sono intervenuti i volontari del 118 col medico, che nulla hanno potuto fare se non constatarne il decesso. All´origine della morte, probabilmente, un arresto cardiaco
18/1/2017
Un uomo si è finto il maresciallo dei Carabinieri di Carloforte per farsi pagare via Poste Pay 140euro per un telefono cellulare mai arrivato a destinazione
19/1/2017
Questa mattina, alla fermata Ctm di Piazza IV novembre, un giovane ha provato ad entrare dalla porta centrale del bus senza biglietto e, alle rimostranze del controllore, lo ha prima preso per il collo e poi ha tolto un coltello da tasca. I Carabinieri della locale Compagnia lo hanno arrestato per lesioni, minacce e resistenza
18/1/2017
Ieri sera, il proprietario del punto vendita di Via Gramsci, a Quartu Sant´Elena, è riuscito a disarmare ed a far scappare il ladro
19/1/2017
L´udienza davanti al Gup è stata fissata per il prossimo 20 febbraio. I reati contestati sono quelli di peculato, falso ideologico, falso materiale e turbata libertà del procedimento di scelta del contraente
© 2000-2017 Mediatica sas