Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariPoliticaSicurezza › Missione Unifil: Brigata Sassari in partenza per il Libano
A.B. 17 febbraio 2016
Da aprile ad ottobre, i sassarini saranno impiegati per la prima volta nell´ambito della missione United Nations Interim Force in Lebanon, la forza multinazionale di interposizione delle Nazioni Unite nel Libano del sud
Missione Unifil: Brigata Sassari in partenza per il Libano


SASSARI - Da aprile ad ottobre, la Brigata Sassari sarà impiegata per la prima volta nell'ambito della missione Unifil (United Nations Interim Force in Lebanon), la forza multinazionale di interposizione delle Nazioni Unite nel Libano del sud, il cui mandato consiste nel garantire il rispetto della risoluzione 1701 dell'11 agosto 2006 del Consiglio di Sicurezza dell'Onu. La risoluzione prevede il monitoraggio della cessazione delle ostilità tra Israele e Libano, l’assistenza al governo libanese nell’esercizio della propria sovranità sul territorio e nel garantire la sicurezza dei propri confini, in particolare dei valichi di frontiera con lo Stato di Israele.

Inoltre, Unifil ha lo scopo di assistere la popolazione civile e sostenere le forze armate libanesi nelle operazioni di sicurezza e stabilizzazione dell’area per prevenire un ritorno delle ostilità e creare le condizioni per una pace duratura. Il comando dell'operazione, denominata “Leonte”, sarà affidato al generale Arturo Nitti, comandante della Brigata Sassari, che sarà a capo di un contingente di 3700 caschi blu di dodici nazionalità schierato nella regione ovest del "Paese dei cedri". Del contingente fanno parte mille militari italiani (400 i soldati della Brigata Sassari), che opereranno con i “peacekeepers” di Armenia, Brunei, Corea del Sud, Estonia, Finlandia, Ghana, Irlanda, Malesia, Serbia, Slovenia e Tanzania.

Il contingente nazionale sarà costituito da personale del Comando Brigata, da unità provenienti dal 151esimo Reggimento fanteria “Sassari” di Cagliari, dal Quinto Reggimento genio guastatori di Macomer e da altre unità specialistiche dell’Esercito. L'Italia detiene la leadership della missione Unifil alla quale partecipano 11mila militari e mille civili di quaranta Paesi. Il capo missione e comandante della forza Onu in Libano è il generale di divisione Luciano Antonio Portolano, già comandante della Brigata Sassari, subentrato il 24 luglio 2014 al parigrado Paolo Serra.
Commenti
12:06
«Non si tratta più di progetti di accoglienza, ma è diventata una vera e propria invasione». Il capogruppo dell’Udc in Consiglio regionale Gianluigi Rubiu taglia corto sull’arrivo a Cagliari dei 900 profughi
23/3/2017
«La Regione punta su un modello di accoglienza diffusa sul territorio. Anci e Ministero degli Interni hanno sottoscritto un Protocollo d’intesa che noi condividiamo. E’ la strada giusta per garantire ai migranti una vera ospitalità e reali opportunità di integrazione». Lo ha dichiarato l’assessore regionale degli Affari generali con delega all’immigrazione Filippo Spanu, che ha seguito sulla banchina del Molo Ichnusa le operazioni di primo soccorso ed assistenza ai migranti sbarcati oggi nel porto di Cagliari
23/3/2017
La nave norvegese Siem Pilot è attraccata questa mattina nel molo Ichnusa. A bordo, 740 uomini, 102 donne (di cui otto in stato di gravidanza) e 58 minorenni. Dopo le operazioni di prassi, verranno trasferiti nei centri di accoglienza sardi
22/3/2017
La nave norvegese Siem Pilot, con a bordo 897 migranti, e sulla quale è presente anche un cadavere, domani mattina approderà al molo Ichnusa
22/3/2017
«Chi guadagna dal traffico di esseri umani? Una volta per tutte Pigliaru si opponga alla trasformazione della Sardegna in una terra di confino», chiede il vicecapogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale Marco Tedde, dopo la notizia di un nuovo arrivo di circa novecento migranti nell´Isola
23/3/2017
Questa mattina, i Carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della locale Compagnia, insieme ad un artificiere dei Cacciatori di Sardegna di stanza ad Abbasanta, hanno fatto brillare una bomba a mano trovata dietro un muretto a secco
22/3/2017
In programma martedì una Full Scale parziale, che vedrà impegnato il sistema della Protezione civile del Comune di Alghero, l’Aeronautica militare e le associazioni di volontariato
23/3/2017
La Protezione civile del Comune di Alghero si è dotata di due defibrillatori e dell’attrezzatura di primo soccorso che, in caso di necessità, costituiranno presidio operativo a garanzia dei cittadini
© 2000-2017 Mediatica sas