Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariCronacaCronaca › Usura a noto ristoratore sassarese. E' indagato Graziano Mesina
S.A. 27 gennaio 2016
La vittima è un noto imprenditore nel settore della ristorazione, Marco Milia, figlio dell'avvocato Dino e fratello di Sergio, fratello della vittima, ex assessore e consigliere regionale. Nelle indagini anche il suo autista e un dirigente bancario che avrebbe fatto da intermediario
Usura a noto ristoratore sassarese
E' indagato Graziano Mesina


SASSARI - Nuovi guai giudiziari per l'ex primula rossa del banditismo sardo. La Procura di Sassari ha formulato l'accusa di usura ed estorsione in concorso nei confronti di Graziano Mesina, del compaesano Giovanni Filindeu, di 38, suo autista, e di Gigi Meloni, di 49, di Sassari, che all'epoca dei fatti contestati dirigeva la filiale cittadina del Banco di Sardegna di via IV Novembre.

La vittima è un noto imprenditore nel settore della ristorazione, Marco Milia, figlio dell'avvocato Dino, ex parlamentare e storico presidente della Dinamo, la squadra di basket in cui ha militato anche Sergio, fratello della vittima, ex assessore e consigliere regionale. Secondo la ricostruzione del sostituto procuratore Corinna Carrara, titolare dell'inchiesta, e dei carabinieri del comando provinciale di Nuoro, che hanno svolto le indagini, cinque anni fa l'imprenditore aveva necessità di 40mila euro per iscrivere la Robur, altra società cestistica sassarese, di cui il ristoratore era proprietario, al campionato nazionale di B2.

È questo il motivo per cui si sarebbe rivolto a Meloni, suo amico, vicino alla società di basket e grande appassionato. Qualche mese dopo l'incredibile scoperta: per recuperare i soldi da dargli, Meloni si sarebbe rivolto a Mesina. Nell'ottobre del 2011 Milia ottenne 40mila euro e apprese che entro il 31 dicembre di quello stesso anno avrebbe dovuto restituirne 50mila: calcolato in un anno, l'interesse applicato era del 150%. Meloni, sostiene la Procura, fece da intermediario tra i due, pur sapendo che si trattasse di un'operazione illecita e adoperandosi per convincere l'imprenditore a versare gli interessi, evocando la fama di Mesina per incutere timore nell'imprenditore. Filindeu, che faceva da autista a Mesina, è finito nei guai per avere partecipato alle trattative e al ritiro delle somme restituite.

Nella foto: Graziano Mesina
Commenti
26/9/2016
Da questa mattina è in corso un’importante operazione di soccorso da parte della Guardia Costiera, impegnata nella ricerca di una donna di 55 anni di cittadinanza svizzera che probabilmente si è buttata questa notte dal bordo della Nave Tirrenia “Nuraghes”, lungo la tratta Genova-Porto Torres.
18:00
Il colpo non è riuscito e i tre rapinatori si sono dati alla fuga. Sulle loro tracce i carabinieri della Compagnia di Siniscola che hanno istituito posti blocco in tutta la zona
27/9/2016
La donna si è persa ieri sera dopo essersi separata dal gruppo dei familiari con cui era partita in escursione, nei pressi di Cala Cartoe a Dorgali
27/9/2016
Un bandito con il volto coperto e armato di pistola ha fatto irruzione nel negozio "Il tuo gioiello" e minacciando il titolare, un uomo di 50 anni, lo ha obbligato a consegnare l´incasso, circa 20 euro e vari gioielli e monili per un valore di mille euro
9:00
Gli investigatori della Mobile hanno visionato i filmati delle telecamere presenti nella via di Cagliari dove sarebbe avvenuto il fatto, ma non è emerso nulla
26/9/2016
Un capannone abusivo era strato trasformato in officina meccanica ed autodemolizione. La scoperta è stata effettuata dagli agenti della Polizia Giudiziaria del compartimento della Polstrada, che hanno denunciato il 52enne proprietario per esercizio abusivo di attività di officina, riciclaggio e violazione di norme ambientali
26/9/2016
E´ stata sparata a Mandas una fucilata caricata a pallettoni contro il portoncino della casa e poi un´altra contro la finestra della camera da letto. Messaggi di solidarietà da tutta l´isola
26/9/2016
Dalla passeggiata sui Bastioni di Alghero, il bidone è stato prima sradicato dalla pavimentazione e poi lanciato nel tratto di battigia sotto la Torre dei Cani
© 2000-2016 Mediatica sas