Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariCronacaCronaca › 80enne uccisa in casa a Sassari. Il nipote confessa dopo 7 ore
S.A. 16 gennaio 2016
Gli investigatori della Squadra Mobile, giunti sul posto con i colleghi della Scientifica e il magistrato di turno, avevano escluso fin da subito il decesso per cause naturali, facendo scattare gli interrogatori in Questura
80enne uccisa in casa a Sassari
Il nipote confessa dopo 7 ore


SASSARI - Dopo oltre sette ore, è arrivata la confessione. Salvatore Usai, 36enne sassarese ha confermato agli inquirenti di essere stato lui a colpire a morte sua zia, l'80enne Bonaria Sanna, la donna trovata morta del suo appartamento di Via Torres, nel quartiere sassarese di San Giuseppe. Stando a quanto rivelato, l'uomo avrebbe utilizzato un vaso, poi fatto sparire in un cassonetto dei rifiuti indifferenziati.

Il delitto sarebbe la conseguenza di un violento litigio per questioni di soldi. Da subito, le indagini degli uomini della Squadra Mobile di Sassari, guidati dalla dirigente Bibiana Pala e giunti sul posto con i colleghi della Scientifica e con il magistrato di turno, si erano concentrate sul nipote dell'anziana, che aveva simulato un incidente domestico e che verso l'ora di pranzo aveva chiamato i soccorsi. Dopo la confessione resa di fronte al sostituto procuratore Giovanni Porcheddu ed all'avvocato Maurizio Serra, la Mobile ha emesso a suo carico un provvedimento di fermo.

prima pubblicazione, venerdì 15 gennaio, ore 18.07
Commenti
12:00
Il fatto è avvenuto ieri, domenica 19 febbraio, quando un giovane marocchino di nemmeno 18 anni, ha provato a fuggire dalla struttura ma è stato fermato da due poliziotti penitenziari
12:04
I carabinieri hanno cercato di fermarlo ma il conducente è fuggito fino al quartiere San Michele, sempre tallonato dai militari. Sotto la sella della moto hanno trovato 700 grammi tra marijuana e cocaina
18/2/2017
A due giorni dalla riapertura, il ponte di Oloé sulla Strada provinciale 46 tra Oliena e Dorgali, è stato nuovamente chiuso, su disposizione del Gip del tribunale di Nuoro
17/2/2017
L´ex presidente di Sogeaal è stato assolto ieri mattina perchè il fatto non costituisce reato nel procedimento penale in corso dal 2012 contro l´ex direttore Umberto Borlotti. L´ex direttore ha già annunciato di voler chiedere i danni in sede civile
© 2000-2017 Mediatica sas