Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariCronacaCronaca › Rapina in supermercato a Sassari
A.B. 2 gennaio 2016
Due uomini, armati e con il volto coperto, sono entrati al Cobec-Punto Sigma, in Piazza Colonna Mariana, minacciando i due commessi presenti. Svuotate le casse, sono scappati con un bottino di circa 4mila euro
Rapina in supermercato a Sassari


SASSARI – Oggi pomeriggio (sabato), attorno alle ore 14, approfittando del fatto che in quel momento non c'era ressa di clienti, due uomini, armati di pistola e con il volto coperto, sono entrati nel supermercato Cobec-Punto Sigma, in Piazza Colonna Mariana, minacciando i due commessi presenti. Svuotate le casse, sono scappati in direzione Largo Monache Cappuccine con un bottino di circa 4mila euro. La commessa ha avuto un mancamento ed è stata accompagnata in ospedale ed è attualmente sotto osservazione. Sul posto, assieme al personale medico del 118, sono giunti anche i Carabinieri, che ora procederanno al controllo delle immagini videoregistrate dalle telecamere presenti nella zona.
Commenti
16:56
Circa duecento ultras cagliaritani, arrivati nella stazione ferroviaria turritana in vista dell´amichevole sul campo del Sorso, sono entrati a contatto con quelli sassaresi, nella zona tra Corso Vico e Porta Sant´Antonio. Almeno sei le persone che hanno dovuto ricorrere a cure mediche
24/3/2017
Fortunatamente non si sono registrati feriti, visto che i bambini erano nelle aule, mentre gli operai si erano allontanati dal cantiere di Via Lanusei per la pausa pranzo
23/3/2017
La Guardia di finanza di Cagliari ha concluso l´operazione “Adiuvandum”. Scoperta un´articolata truffa. Tra i denunciati, anche due dipendenti del Comune di Decimoputzu per peculato, appropriazione indebita e truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche
24/3/2017
Salvatore Furesi, elettricista algherese, durante un'operazione nell'ospedale di Sassari, per un bypass al cuore, aveva ricevuto con una trasfusione del sangue infetto. La vicenda risale al 1988. La recente sentenza ha imposto al Ministero un risarcimento ai familiari di 960mila euro
© 2000-2017 Mediatica sas