Sassari News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Sassari News su YouTube Sassari News su Facebook Sassari News su Twitter
Sassari NewsnotiziesassariOpinioniPoliticaL’Annus horribilis della Giunta Sanna
Manuel Alivesi 30 dicembre 2015
L'opinione di Manuel Alivesi
L’Annus horribilis della Giunta Sanna


E’ con meraviglia ed anche una certa preoccupazione che apprendo che secondo il Primo Cittadino Nicola Sanna l’anno appena concluso sia stato, per lui e la sua Giunta, un anno molto produttivo. Dal recente dibattito svoltosi nell’ultimo consiglio comunale dell’anno è infatti emerso tutt’altro, e questo è stato stigmatizzato, per onestà intellettuale, anche da molti consiglieri di Maggioranza. Il 2015 verrà ricordato infatti per le “risse continue” e “paralizzanti”, per le opportunità perse e per la retrocessione della nostra amata Città al rango inferiore di “cittadina non metropolitana”.

Un anno di tempo buttato al vento per il mancato avvio dei lavori del “centro intermodale”, eppure le risorse sono già in cassa, ma neppure “una pietra” è stata rimossa, come mai? Per che il Primo Cittadino non spiega perche? Il nuovo tracciato della “Metropolitana di superficie”, è ancora ad oggi, solo una fantasia dei sognatori, mentre il Primo Cittadino ha anche il coraggio di parlare di “programmazione di un accordo di programma…..”, mentre l’intera Città di Sassari attende oramai da anni che il nuovo tracciato possa collegare Li Punti con il Centro Città……. Ma queste oramai sono solo promesse da “campagna elettorale”. Il “pasticcio” del “Nuovo Campus Universitario”, vera perla del mandato di Nicola Sanna, infatti tra inefficienze dell’Ersu e menefreghismo ed inoperosità della Giunta Sanna, oramai non ha piu senso parlare di “40 milioni di Euro”.

Tale finanziamento infatti verrà, a causa dei ritardi e della mancata programmazione, ridotto sensibilmente strappando a Sassari altre risorse ed altre opportunità di crescita. Il progetto della “Z.T.L. e del Centro Storico”, completamente abbandonato, infatti la Giunta non ne parla nemmeno piu. Su “San Donato” solo ultimamente è stato stanziato un importo assolutamente insignificante per la mole dei lavori necessari al fine di restituire decoro e condizioni di vivibilità e sicurezza. Per il resto viene citato dal Sindaco Sanna solo come tema da campagna elettorale. Le “Piste Ciclabili”, che rappresentano l’unico segno degno di nota di questo 2015. Qualcuno si è premurato di trascinare il dibattito delle piste ciclabili sul campo dei favorevoli e contrari, noi riteniamo che queste piste ciclabili, utili e simpatiche, si sarebbero dovute programmare solo dopo avere dato la dovuta precedenza ad altre priorità cittadine, come ad esempio: strade, marciapiedi, illuminazione, viabilità dell’Agro. Cosi come sono state imposte costituiscono sono un ennesimo, inutile intralcio alla viabilità della Città.

Del “Nuovo Mattatoio” invece neppure si parla. Un opera che oramai da quasi 10 anni attende di essere consegnata alla città e dove sono stati impegnati milioni di euro. Il Sindaco Nicola Sanna perche non dice nulla di questa opera dimenticata? Il restaurato “Cinema Astra”, completato da piu di un anno, è ancora chiuso ed in via di ammaloramento. Altra opera dimenticata in attesa che venga restituita alla città.
L’area “dell’Ex Mattatoio”, ancora ad oggi non si conoscono nemmeno i tempi di completamento, eppure si lavora a quest’opera da 10 anni.
L’Agro di Sassari completamente dimenticato. Platamona: la triste vicenda di Platamona, piu di altre cose, ha toccato la sensibilità dei Sassaresi. L’incuria e la tiepidezza, oltre che l’assoluta mancanza di programmazione e di idee, dell’Amministrazione guidata da Nicola Sanna ha fatto si che l’area venisse letteralmente abbandonata e nonostante i nostri tempestivi interventi e segnalazioni, già dal mese di marzo, letteralmente ignorati dalla Giunta, con i quali puntavamo il dito su evidenti situazioni di pericolo chiedendo all’amministrazione di intervenire al fine di restituire decoro e preparare per tempo il “Mare dei Sassaresi” per la nuova stagione estiva, niente è stato fatto ed i pochi interventi manutentivi sono stati assolutamente inadeguati ed inefficaci, come è risultato evidente dai gravi fatti verificatisi nello scorso mese di luglio.

Il crollo della famosa e tanto cara ai Sassaresi “Rotonda di Platamona” solo per un miracolo non è sfociato in tragedia, mentre alcuni giovani sassaresi hanno però subito gravi danni. Si tratta di giovani studenti la cui vita è stata letteralmente stravolta, cosi come quella delle loro famiglie che ancora ad oggi, nonostante le incredibili parole del Primo Cittadino che dichiara che l’amministrazione è “vicina alle vittime del crollo”, risultano però ad oggi e di fatto completamente abbandonati dall’amministrazione e lasciati da soli ad affrontare i disagi quotidiani. Caro Primo Cittadino purtroppo le belle parole non bastano piu. L’anno appena passato è stato un anno che ha visto la nostra amata Sassari retrocedere ed indietreggiare sempre di piu. E’ necessario fare appello a tutte le forze vive di questa Città al fine di poter lottare insieme verso una tanto desiderata crescita. E’ per tale ragione che vogliamo approfittare di questa occasione per chiedere al Primo Cittadino ed auspicare un atteggiamente piu aperto e riguardoso nei confronti di una Minoranza, parte importante e fondamentale del Consiglio Comunale, affinche possa essere fatta pertecipe di tutte le scelte importanti dell’azione amministrativa della Città.

*Consigliere comunale Forza Italia Sassari
Commenti
27/9/2016
Nicola Sanna presidente e Mario Bruno vice. Lunedì si è insediata l´assemblea della nuova realtà amministrativa
12:46
L´ex presidente della Regione Autonoma della Sardegna è stato condannato a due anni e sei mesi nel processo per il crac della Sept Italia, società specializzata nella produzione di vernici con sede a Cagliari fallita nel 2010. Nove anni di carcere ed interdizione perpetua dai pubblici uffici per il sindaco di Carloforte Marco Simeone
27/9/2016
Lo scrivono in una nota congiunta Psd´Az, Ncd e Patto Civico: «al cimitero pare non ci siano più loculi». E solo «ieri è arrivata in commissione con due anni di ritardo, la variante al PRG del cimitero»
© 2000-2016 Mediatica sas